Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Andare All' Altare Senza Stressarsi - Prima Parte: La Proposta, La Data, La Location


9 gennaio 2011 ore 17:29   di pennettainformata  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 353 persone  -  Visualizzazioni: 636

Ricevere una proposta di matrimonio fa sempre il suo bell’effetto. Noi donne, per quanto non sempre lo ammettiamo, siamo geneticamente programmate al fatidico SÌ. Quello che succede nei giorni successivi non sempre però viene gestito come un affare di coppia. Molte fanciulle si ritrovano con il loro bell’anello sbrilluccicante ad organizzare l’intero matrimonio da sole. Spesso allora, con la paura di scordarsi qualcosa e sommerse dagli impegni, si finisce per vivere questi mesi in maniera stressante. Vediamo allora come arrivare all’altare in forma smagliante e rilassate.

Potreste iniziare col tenere un’agenda per appuntare gli impegni e, perché no, il vostro stato d’animo. Dopo le nozze rimarrà un bellissimo ricordo, senza contare che potreste passarla di amica in amica per aiutare le prossime future sposine. Nella prima pagina di questo diario segnate ed evidenziate la regola aurea: il matrimonio è vostro, ascoltate i consigli ma poi decidete di testa vostra! Detto questo, il primo passo è quello di stabilire a grandi linee come organizzare la giornata stessa. Matrimonio in chiesa o in comune? Sposarsi di mattina e festeggiare con il classico pranzo di nozze, oppure di pomeriggio e a seguire una cena o anche solo un buffet? Siete una coppia da villa dell’ottocento con buffet a base di ostriche o tipi da agriturismo con buffet a base di patate riso e cozze? Quale stagione scegliere? Primavera pazzerella o estate afosa? (Ogni stagione ha ovviamente pro e contro. Molti scelgono tranquillamente l’inverno e se hanno fortuna si portano a casa un matrimonio sotto la neve). Una volta stabiliti questi punti essenziali potete procedere.


Nel caso di matrimonio religioso la prima cosa da fare è fissare la data con il parroco della chiesa prescelta. I tempi di attesa possono essere a volte anche parecchio lunghi, considerando che ormai i matrimoni vengono celebrati esclusivamente di sabato. Se avete però già in mente una data importante per voi alla quale non volete rinunciare, potreste concordare con il prete, se disponibile, un matrimonio infrasettimanale. Quest’ultima ipotesi potrebbe risultare un po’ scomoda per gli invitati, ma vi consentirebbe di risparmiare qualcosa in termini economici. Alcuni servizi costano infatti di meno in settimana rispetto al week end e i tempi di attesa ovviamente si accorciano. E poi tenete presente che chi vi vuole bene non si perderebbe mai il giorno del vostro matrimonio, e al tempo stesso questo potrebbe essere un buon espediente per scoraggiare vostro cugino di quarto grado che vi ha visto una sola volta in foto quindici anni fa! Il parroco vi darà poi tutti i riferimenti relativi al corso prematrimoniale che dovrete frequentare prima di andare all’altare.

Il secondo passo è la scelta della location per i festeggiamenti. Nella decisione un fattore importante è chiaramente giocato dal numero di invitati. Stilate una lista di amici e parenti (ricordandovi di comprendere anche compagni e prole). È statisticamente provato che un buon 20% circa di questi declinerà l’invito, si darà latitante o sarà impossibilitato a venire (e ve lo comunicherà il giorno prima). Perciò niente paura se in prima battuta il vostro elenco vi sembrerà monumentale. In internet troverete foto e descrizioni di ville, agriturismi, sale per ricevimenti con servizio catering a parte, ristoranti ecc., e in base ai vostri gusti potrete redigere un elenco dei posti da visitare. Anche in questo caso le location più gettonate hanno ovviamente tempi di attesa più lunghi, perciò se avete già fissato una data è consigliabile chiedere la disponibilità prima di effettuare la visita sul posto, per non perdere tempo inutile. Una volta individuata la location, fissate il pranzo (o cena) di prova durante il quale stabilirete il menu per il ricevimento di nozze e tutti gli altri dettagli. Ricordatevi di chiedere al ristoratore se hanno particolari regole sulla disposizione dei tavoli (ad esempio solo tavoli tondi da dieci persone l’uno), per non ritrovarvi con lo zio Alfonso che non sopporta la zia Graziella e dover accogliere al tavolo degli sposi uno dei due!

Andare All' Altare Senza Stressarsi - Prima Parte: La Proposta, La Data, La Location

Se avete intenzione di affittare anche un servizio di intrattenimento musicale, assicuratevi che nel locale siano accettati anche cantanti esterni (in alcuni posti hanno un loro servizio apposito e non vi permettono di portare il migliore amico del vostro futuro sposo, soprattutto se lui fa musica punk e la sua band all’ultima serata è stata citata per danni dal locale che la ospitava).

Ecco un piccolo elenco di domande da porre al ristoratore: disposizione dei tavoli, intrattenimento musicale (o se possibile in alternativa avere la musica in filodiffusione), coperti (c’è chi ci tiene che la tovaglia sia perfettamente in tinta con la borsetta della testimone di nozze… e per diamine ha tutto il diritto di tenerci!), addobbi floreali (ci pensano loro o voi?), e soprattutto verificate gli spazi dove fare le foto. Sui questo torneremo in seguito, ma iniziamo a ricordare che passato tutto, le foto saranno l’unico ricordo tangibile che vi rimarrà.

Bene, a questo punto non vi sembrerà vero ma il più è fatto: avete l’anello, la data, la chiesa e la location. E credetemi non è poco. Potete passare a dedicarvi a voi stesse che, se non lo aveste ancora realizzato: siete le protagoniste indiscusse di questo fantastico giorno.

Articolo scritto da pennettainformata - Vota questo autore su Facebook:
pennettainformata, autore dell'articolo Andare All' Altare Senza Stressarsi - Prima Parte: La Proposta, La Data, La Location
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione