Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Cane In Giardino, Pochi Utili E Semplici Consigli


2 luglio 2010 ore 14:04   di LollyMap  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 407 persone  -  Visualizzazioni: 683

L’animale adatto per un giardino, grande o piccolo che sia, è quello che non soffre la solitudine, e che non sia stato selezionato per l’attaccamento e l’affezione agli umani. In ogni caso non è mai possibile lasciarlo per sempre solo in uno spazio verde, il contatto con il padrone e i familiari dovrà essere quotidiano.

E’ possibile creare un recinto al cane in giardino, oppure lasciargli a disposizione l’intera area. In tutti i casi è sempre necessario controllare che le maglie della rete siano tali da non permettere al cane di infilare il muso all’esterno (può diventare un grave pericolo per l’animale e per passanti). Esistono comodissimi recinti modulari, componibili, basta una rapida ricerca con Google o su eBay.


La cuccia è la parte più importante della vita all’aperto. Dovrebbe essere in legno, abbastanza grande, e avere all’interno una branda sollevata da terra, con una parte lavabile e sostituibile se umida o sporca. La cuccia migliore deve avere l’apertura, non troppo grande, vicino a uno spigolo e non nel mezzo, in modo da riservare all’interno una zona al riparo dalle correnti d’aria, pericolosissime.

Il cibo, ma soprattutto l’acqua, non devono mai mancare. Si possono acquistare, oltre alle classiche ciotole, contenitori con serbatoio, che hanno un minimo di autonomia, o comodissimi abbeveratoi a livello costante, che garantiscono acqua sempre fresca.

Il cibo non dovrebbe essere lasciato sempre a disposizione, a meno che non si tratti di crocchette secche, per le quali esistono dei distributori automatici o a caduta, rintracciabili sempre con il metodo Google o eBay, con autonomia di qualche kg.

Quello che è stato avanzato va buttato e le ciotole lavate, anche per evitare di attrarre insetti, formiche o le pericolose vespe, o peggio ancora topi in cerca di avanzi. L’igiene è importante non solo in un appartamento, l'angolo dove il cane vive o mangia non può diventare un rifugio di animali pericolosi come i ratti, per colpa della vostra negligenza nel pulire. Giardino vuol dire spazio verde, non discarica. Anche se non è piacevole, le feci dell'animale andrebbero raccolte regolarmente, garantendo al vostro animale e a voi uno spazio verde e pulito, non un lager pericoloso.

Nel giardino può essere creata una zona ricoperta di sabbia comune e dove il cane potrà sfogare la sua voglia di scavare, salvando così le aiuole di primule. Nella zona “sabbiosa”, inoltre, il cane potrà nascondere e sotterrare alcuni oggetti, di solito i più nuovi e costosi che gli verranno regalati. Ci metterete 30 minuti per scavare e riempire la buca di sabbia, per lui sarà un gran divertimento, e uno sfogo nei momenti di noia. La sabbia si trova in qualsiasi garden center o dove vendono materiale per l'edilizia, a pochi euro.

Utilizzate anche siepi folte e bordi di pietre per proteggere le zone “proibite”, i cani hanno la tendenza a sdraiarsi volentieri sui fiori appena piantati, passare impunemente in mezzo alle fragoline di bosco (dopo aver mangiato quelle mature, ovvio), e non avere in generale la stessa nostra sensibilità per i colori dei gigli appena spuntati.

La lavanda aiuta a tenere lontano i quattrozampe, mentre un prato di loietto resiste bene alle corse dei cani. Vanno benissimo anche i prati sportivi, usati per il calcio o il tennis. Altrimenti abituatevi a vedere una striscia di terra battuta, e non un prato. Lasciate qualche gioco e qualche osso di pelle di bufalo a Fido, ma non dimenticatelo per sempre in giardino; come già detto ai cani non interessa il luogo ove vivono, ma il branco. Senza di voi non staranno mai bene, nemmeno nel più verde dei parchi. Con queste brevi indicazioni lo terrete in ordine, ma non ha senso avere un cane se vi deve osservare dalle finestre mentre siete alla televisione, la sera.

Se questa è la vostra convinzione, anche perchè ve lo ha detto la zia Peppina che ha avuto un cane nel 1946, lasciate perdere, avete sbagliato animale. Se per voi il cane deve vivere tutto il giorno lontano da voi, e il giardino non è solo un appoggio per quando siete in ufficio, se non sentite il desiderio di passare del tempo con lui, avere la sua cuccia di fianco al letto, farvi svegliare con delle leccate in faccia alle 6 del mattino anche di domenica... davvero, lasciate perdere i cani, e già che ci siete non considerate nemmeno qualsiasi altra cosa abbia un cuore, del sangue, un cervello.

Articolo scritto da LollyMap - Vota questo autore su Facebook:
LollyMap, autore dell'articolo Cane In Giardino, Pochi Utili E Semplici Consigli
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • fede
    #1 fede

quando sale sul letto ogni mattina 10 minuti prima che suoni la sveglia è la cosa più bella di tutte.. come vorre essere a casa con lui invece di essere in ufficio :-(

Inserito 9 luglio 2010 ore 11:39
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione