Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Come Allestire Un Acquario Per Pesci Rossi


7 dicembre 2009 ore 18:36   di PaidToWrite  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 6190 persone  -  Visualizzazioni: 9341

I pesci d'acqua fredda differiscono dai pesci ornamentali tropicali per quanto riguarda l'allestimento della vasca e la sua cura e manutenzione. Innanzi tutto, i pesci rossi amano frugare sul fondo e, così facendo, possono facilmente danneggiare o anche sradicare le piante acquatiche. Per questa ragione, nell'acquariofilia d'acqua fredda sono molto più diffuse le piante acquatiche artificiali. Un altro motivo a sostegno di questa scelta è dovuto al fatto che i pesci rossi sono prevalentemente vegetariani e potrebbero mangiare le foglie della maggior parte delle piante acquatiche naturali.

In confronto a molti pesci ornamentali tropicali, i pesci rossi possono crescere molto ed essere molto longevi. Possono infatti superare la lunghezza di 15 cm e, se ben tenuti, raggiungere perfino i 30 anni di età. Per questa ragione, un acquario per pesci rossi non deve essere mai popolato come un acquario tropicale della stessa dimensione.


Dimensioni della vasca
Per ricreare un ecosistema stabile, è necessario che l'acquario abbia dimensioni adeguate. Il principio "più grande è un acquario, più facile è mantenerlo" è molto vero. Infatti, grandi volumi d'acqua offrono ai pesci condizioni di vita più stabili. Questa formula consente di calcolare la capacità dell'acquario in litri: lunghezza (cm) x larghezza (cm) x altezza (cm)/ 1000. Per i pesci rossi si può seguire una semplice regola: almeno 5 litri d'acqua per 1 cm di pesce rosso.

La classica boccia in cui veniva relegata la maggior parte dei pesci rossi è finalmente ora che vada in pensione, visto che oltre tutto presenta caratteristiche che la rendono poco adatta per la vita di questa specie. Innanzi tutto, è alquanto difficile installare un piccolo sistema di filtraggio interno - e questo ci costringerebbe a effettuare dei cambi giornalieri di acqua con notevole stress da parte dei nostri ospiti; per questo motivo, non potremmo neppure introdurre della ghiaia sul fondo, impedendo così ai pesci rossi di compiere il loro classico "razzolamento" tra i piccoli ciottoli. Se poi riempiremo la boccia con troppa acqua, la superficie a contatto con l'aria risulterà insufficiente per un corretto scambio gassoso tra i due elementi, poiché la parte alta della boccia tende a restringersi su se stessa.

Ubicazione
Nella scelta della collocazione più adatta per il tuo acquario, è bene tenere conto delle indicazioni che seguono:
• Una volta allestito, sarà molto complesso spostare l'acquario; per questo è necessario pensare accuratamente a dove collocarlo.
• Accertarsi che il supporto scelto sia stabile, robusto e in grado di sostenere 3 volte il peso dell'acquario. Il peso di un acquario (vasca + acqua + decorazioni) è pari a circa 1,5 volte la sua capacità in litri. Per esempio, un acquario di 100 x 30 x 40 = 120 litri, una volta pieno, peserà 120 x 1,5 = 180 kg.
• Porre l'acquario vicino a una presa di corrente elettrica, per alimentare gli accessori elettrici della vasca.
• Non esporre l'acquario alla luce solare diretta, che stimolerebbe la crescita delle indesiderate alghe e potrebbe far aumentare la temperatura dell'acqua. Inoltre, un acquario posto in penombra ha un effetto incredibilmente affascinante.
• Non mettere l'acquario vicino a porte usate di frequente. Il rumore potrebbe spaventare i pesci o disturbarli.
• Prevedere una base di polistirolo da porre sotto l'acquario, che eviti punti di carico e compensi eventuali irregolarità della superficie di appoggio.

Fondo
Una volta trovato il posto ideale per posizionare il tuo acquario, puoi iniziare ad allestirlo.
Il fondo è importante. Come sai, i pesci rossi amano scavare sul fondo; per questa ragione, è sconsigliabile utilizzare un ghiaietto spigoloso. Il fondo ideale è costituito da ghiaia neutra con grani di 3-6 mm. La ghiaia neutra non causa variazioni chimiche dell'acqua e le suddette dimensioni dei grani consentono una, sia pur lenta, circolazione dell'acqua nel fondo dell'acquario. Particolarmente adatto è il policromo di fiume. Prima di introdurla in acquario, la ghiaia va lavata con cura.

Se decidi di utilizzare nel tuo acquario piante acquatiche naturali, ti suggeriamo di creare le condizioni migliori per il loro attecchimento e crescita utilizzando dei prodotti specifici coem fertilizzanti per creare le migliori condizioni di crescita.
Puoi stendere uno strato di circa 4 cm di ghiaia distribuendola in modo uniforme e facendola degradare dolcemente dal retro verso la parte anteriore dell'acquario.

Filtraggio
Un buon sistema di filtraggio è importante perché i pesci rossi amano mangiare grandi quantità di cibo, producendo di conseguenza molte sostanze di rifiuto che contaminano l'acqua. E una buona qualità dell'acqua è essenziale per la salute e la vitalità dei pesci. Prima di tutto installa dunque il filtro. Il filtraggio meccanico rimuove le particelle in sospensione nell'acqua e quello biologico elimina le sostanze tossiche. Ci sono in commercio vari modelli di filtri che effettuano una pulizia sia meccanica sia biologica dell'acqua. Sono facili da installare e pratici da pulire ma ne esistono anche di più completi e sofisticati.

Aerazione
L'aeratore fornisce ai pesci l'ossigeno di cui hanno bisogno. Questo è particolarmente vero di notte, quando le piante non producono più ossigeno e bisogna ovviare a questa carenza per garantire l'equilibrio dell'ecosistema. L'aeratore permette inoltre di ravvivare l'acquario, mettendo in movimento degli elementi di decorazione. Gli aeratori, oggigiorno, offrono prestazioni di alta qualità e lunga durata. All'aeratore va collegata una pietra porosa, provvista di pori molto fini per assicurare una distribuzione uniforme dell'aria; produce piccole bollicine, che arricchiscono l'acqua di ossigeno in modo ottimale.

Riscaldamento
Generalmente i pesci rossi non hanno bisogno di un termoriscaldatore, poiché vivono bene alla temperatura di una stanza normalmente riscaldata (18-22 °C). Tuttavia, alcune varietà di allevamento preferiscono temperature più alte, comprese tra i 20 e i 25 °C. In questi casi, può essere raccomandabile l'utilizzo di un termoriscaldatore che, in genere, è dotato di una scala graduata regolabile che riporta anche i mezzi gradi: riscalda l'acqua alla temperatura desiderata e la mantiene a una temperatura costante.

Illuminazione
Oltre a svolgere un ruolo fondamentale nella vita degli organismi acquatici, l'illuminazione valorizza la fauna e la flora e, senza una fonte di luce artificiale, un acquario perderebbe gran parte della sua attrattiva. Se l'acquario è provvisto di piante naturali, l'illuminazione è molto importante per lo sviluppo della clorofilla e, quindi, perla crescita delle piante. La forma di illuminazione più comune è offerta dalle lampade fluorescenti. Anche l'intensità della luce è importante: sono necessari almeno 0,5 watt per ogni litro di capacità dell'acquario. Quanto alla durata giornaliera dell'illuminazione, è consigliabile illuminare l'acquario per 10-14 ore al giorno.

Decorazioni
Adesso puoi decorare il tuo acquario con pietre o legni che puoi trovare dal tuo rivenditore di fiducia. Prima d'inserirli nella vasca, gli elementi di decorazione devono essere accuratamente lavati con acqua calda o con una spazzola senza detergenti o, altrimenti, bolliti. Non sovraccaricare l'acquario di decorazioni! I pesci amano sì nascondersi, ma hanno anche bisogno di spazio per nuotare! Usa solo tipi di rocce che non rilasciano sostanze in acqua. Sono da evitare minerali e rocce calcaree o contenenti metalli.

Articolo scritto da PaidToWrite - Vota questo autore su Facebook:
PaidToWrite, autore dell'articolo Come Allestire Un Acquario Per Pesci Rossi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione