Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Come Essere Un Vero Gentiluomo


4 dicembre 2015 ore 09:59   di KungFuGirl  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 284 persone  -  Visualizzazioni: 523

Specie in via d'estinzione, quella dei gentiluomini, tanto che cercando la parola "gentiluomo" tra le immagini di Google compaiono soprattutto scene del film "Ufficiale e gentiluomo" con un giovane e fascinoso Richard Gere. Ma essere un vero gentleman è ancora possibile anche in pieno ventunesimo secolo e, cosa forse più importante, se è vero che le donne oggi non aspettano più il Principe Azzurro è vero anche che le vere donne vogliono al loro fianco un vero uomo e non ragazzotti (di qualunque età siano).

Perchè, diciamolo chiaramente una volta per tutte: essere gentiluomini non ha niente a che fare con la nobiltà di nascita (esistono, fortunatamente, operai gentiluomini e, al contrario, vi sono purtroppo individui di nobile stirpe di una cafoneria difficilmente eguagliabile), nè con l'ammontare del conto in banca. E, anche se questo potrà sembrare strano, essere un gentiluomo ha talvolta poco a che fare con l'essere un uomo gentile.


Negli USA i giornalisti Connor Doyle ed Alice Gregg hanno riassunto in dieci punti fondamentali le basi per essere un gentleman dei giorni nostri. Con la praticità che spesso contraddistingue gli statunitensi, i due hanno messo come prima voce del decalogo "Non è maleducato pagare per il cibo": nel moderno bon ton del cenare con una signora, ci si aspetta che si svolga la "danza del conto", indipendentemente da chi ha invitato chi e persino se lei insiste per pagare la cena. Ma il gentiluomo acconsente al massimo che ciascuno paghi la propria parte, se questo fa sentire meglio la signora: un gentleman rispetta la parità dei sessi, ma è lieto di offrire il pasto come segno di apprezzamento della compagnia.

Il secondo punto, molto pertinente ai nostri giorni, riguarda gli smartphone: è vero, oggi siamo iperconnessi, ma - sostengono gli autori del decalogo - quando ci troviamo in presenza di qualcuno a cui teniamo dovremmo dedicare il nostro tempo e la nostra attenzione a questa persona, invece che al nostro device. Vietato chattare, messaggiare, followare, instagrammare... Un gentiluomo sa quando è il momento di dedicarsi interamente ad una persona. Ovviamente non sono nemmeno da prendere in considerazione selfie al ristorante o durante il primo appuntamento o, peggio ancora, direttamente dalla camera da letto!

Come Essere Un Vero Gentiluomo

Punto numero tre: mantenere la calma durante le discussioni. Un gentiluomo comprende ed apprezza la libertà di pensiero e di parola, anche quando questa va contro i propri convincimenti; sebbene le proprie idee siano in aperto contrasto con quelle dell'interlocutore, sa mantenere la calma ed evita di lasciarsi trascinare in accese polemiche, difendendo ostinatamente la propria posizione. Meglio cercare un altro argomento per continuare a parlare serenamente. Non risulta che l'incredibile Hulk sia mai stato invitato ad un evento mondano...

Il quarto punto mi trova perfettamente d'accordo e mi permetto di raccomandarlo anche alle aspiranti gentildonne: vestirsi in modo adeguato a ciò che si deve fare (e, aggiungo, a ciò che si è). Vestirsi bene è un segno di educazione e di rispetto del prossimo, quindi non accontentatevi di camicie larghe e t-shirt slavate, ma, soprattutto - questa è una mia aggiunta all'articolo originale - ricordate che non è la "firma" a fare l'eleganza e vestitevi in modo appropriato: signori, niente giacca e cravatta per una serata in pizzeria; signorine, niente pantaloncini hot se andate a pattinare sul ghiaccio, ad esempio. Considerate, poi, anche il vostro aspetto fisico: un ventenne con gli abiti di un cinquantenne rischia di sembrare pronto per la prima comunione e, viceversa, un cinquantenne vestito come un ragazzino viene subito inquadrato come un malato terminale della sindrome di Peter Pan.

Come Essere Un Vero Gentiluomo

Punto numero cinque del decalogo USA: imparate a ballare. Il vero gentiluomo non è tipo da restarsene in un angolino: se non sapete ballare, iscrivetevi ad un corso almeno per imparare qualche movimento base e poter liberare il vostro Fred Astaire interiore. Danzare, proprio come vivere, è una questione di coraggio e di sapersi divertire. Quindi date l'addio alla timidezza e lasciatevi trascinare dalla musica.

Il passo numero sei, che mi trova molto d'accordo, consiste nel saper parlare. Il che non significa soltanto avere un vocabolario piuttosto ben fornito e saper usare correttamente i tempi verbali, ma anche conoscere e rispettare le regole di una buona conversazione. Il gentiluomo sa essere impegnato, riflessivo ed accattivante, ma non ruba la scena agli altri per mettersi sotto i riflettori e non trasforma la conversazione in un monologo; sa ascoltare, apprezza le battute di spirito altrui e concede a tutti il proprio momento.

Pienamente condivisibile anche il punto numero sette, che gli articolisti americani hanno titolato "caffè o non caffè". Se la serata è andata bene, è probabile che "lei" vi inviti a prendere un caffè nel suo appartamento. La regola è che se non hai intenzione di chiamarla in seguito, di rivederla o se pensi che potresti vederla in modo diverso dopo aver accettato il... caffè dopo il primo appuntamento, allora è il caso di rifiutare educatamente l'invito. Il gentiluomo sa come comportarsi, sa fare la cosa giusta e, soprattutto, è quanto di più lontano ci possa essere da "ogni lasciata è persa".

Come Essere Un Vero Gentiluomo

L'ottavo punto è a parer mio ricollegabile al sesto ed è intitolato "controllate la vostra (dannata) bocca". Occorre saper trovare le parole giuste ed adatte ad esprimere un concetto in modo eloquente. Un gentiluomo non fa mai ricorso ad un frasario volgare o offensivo e chi usa parole come "gay", "ritardato" o "ghetto" per esprimere concetti in una luce negativa dimostra non soltanto di ragionare per stereotipi, ma anche di avere un vocabolario estremamente limitato.

Punto numero nove, facilissimo da seguire e condivisibile al 100%: siate educati. Se la cavalleria è morta, la cortesia non lo è. Alcune regole per essere un gentiluomo sono senza tempo e devono essere sempre seguite; due di queste sono l'aprire e tenere aperta la porta per gli altri ed il cedere il posto a sedere. "Gli altri" sono, nell'ordine: una signora anziana, un uomo anziano, una signora. Quindi: se sto per entrare al ristorante con la ragazza con la quale ho appuntamento e veniamo raggiunti da una coppia anziana, aprirò la porta, cederò il passo e farò accomodare all'interno del locale prima gli anziani signori, poi la mia compagna e per ultimo entrerò io.

L'ultimo punto del decalogo made in USA si riallaccia a quanto ho scritto a inizio articolo: siate una brava persona. Non importa il vostro ceto sociale o il vostro conto in banca, per essere un gentleman occorre essere compassionevole e mostrare rispetto verso tutti, non sminuire gli altri nè men che meno approfittarsi del prossimo; bisogna essere in grado di ignorare gli stereotipi e capire che le persone, a qualsiasi ceto sociale appartengano, vanno giudicate in base a ciò che fanno e non a dove vivono, come vestono o di che colore hanno la pelle.

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Come Essere Un Vero Gentiluomo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • AI3
    #1 AI3

Vero che di gentiluomini se ne trovano pochini. Io finora ho trovato solo gente che fa il duro tipo rapper americano ma vorrei un ragazzo educato e gentile che mi tratti con educazione e rispetto.

Inserito 14 dicembre 2015 ore 19:05
 
  • Joe
    #2 Joe

A cosa serve essere un gentiluomo quando poi le donne vogliono uno stronzo che le tratta male?

Inserito 15 dicembre 2015 ore 10:13
 
  • Gioia
    #3 Gioia

Joe non è vero che le donne vogliono uno stronzo che le tratta male e il successo di film come Twilight e Ho cercato il tuo nome lo dimostrano! Io sogno un vero gentiluomo che mi porti fiori e mi inviti a cena

Inserito 16 dicembre 2015 ore 16:05
 
  • Donna
    #4 Donna

Secondo me uomini e donne la penseranno SEMPRE in modo diverso su argomenti come la seduzione. Le donne (e mi ci metto anch'io ovviamente) sognano sempre e comunque l'uomo gentile che cambi loro la vita (magari non il principe azzurro, ma comunque un uomo da Grande Amore con le maiuscole) mentre gli uomini sognano la collezione, la scopata e avanti un'altra o come scrivi tu nell'articolo "ogni lasciata è persa". Però io continuo a sperare di trovare l'uomo giusto, gentile e che mi sappia amare al di là del solo sesso.

Inserito 11 gennaio 2016 ore 11:20
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione