Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Consigli Per La Realizzazione Di Un Cortometraggio Indipendente


9 dicembre 2011 ore 21:13   di ideastreet  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 499 persone  -  Visualizzazioni: 1330

Dietro ogni cortometraggio c’è una produzione con il compito di stimare i costi del cortometraggio e provvedere la troupe di materiali, location, attori, comparse etc. Stipula ogni tipo di contratto e segue il film dalla ideazione alla distribuzione. Produzione o autoproduzione, il succo del lavoro non cambia. Ovviamente una grande produzione vi offre maggiori garanzie contrattuali e tecniche per quanto, tuttavia, oggi non sia facile realizzare un cortometraggio supportato da una casa di produzione e i giovani film maker appassionati spesso provvedono in autonomia alle proprie esigenze produttive. E allora ecco una breve guida per la produzione indipendente di un cortometraggio.

Innanzitutto il film, lungo o corto che sia, dipende da una sceneggiatura approvata e definitiva. Da essa si effettua lo “spoglio” ovvero la suddivisione della sceneggiatura per scene in modo da individuare il numero e la tipologia delle location necessarie alle riprese, nonché per stabilire i tempi necessari alla organizzazione scenografica e alla rappresentazione da parte degli attori. Lo spoglio aiuta la produzione a stabilire di quanti e quali attori avrà bisogno, e per quanto tempo dovranno essere impegnati nelle riprese, cosa dovranno indossare e, secondo l’esigenza di ripetere più volte la stessa scena, quanti oggetti ad essa necessari dovranno essere ripetuti. Tutte le informazioni saranno riportate su un documento detto “foglio di spoglio”. Saranno necessari tanti fogli di spoglio quante saranno le scene da rappresentare. Compilato correttamente, questo foglio costituirà la corretta stima del “dove”, del “come”, del “chi”, del “quando” e del “quanto” occorre investire nel cortometraggio. Il foglio di spoglio determina anche l’ordine del giorno ovvero l’ordine delle riprese previste in un determinato giorno sulla base della disponibilità di ambienti, attori e le attrezzature.


In genere i membri di una troupe che partecipa alla realizzazione di un cortometraggio indipendente sono conoscenti, giovani appassionati, compagni di corso specializzati nelle scuole di cinema che si confrontano in autonomia con i ruoli professionali del set. Partendo dal presupposto che una piccola produzione indipendente in genere ha a disposizione un budget piuttosto ristretto, tenderà ad affidare i ruoli a un minimo numero di persone, quindi capiterà senz’altro che ruoli e persone siano intercambiabili. Anche quando si avrà la fortuna di avere più persone impiegate in ruoli diversi, produzione e aiuto regia lavoreranno insieme.

Tramite dei desideri rappresentativi del regista, l’aiuto regia aiuterà a pianificare le riprese e quindi a contattare gli attori (che si presenteranno sul set secondo l’ordine di convocazione) concordati con la produzione, comunicando loro se dovranno provvedere autonomamente all’abbigliamento oppure se sarà la produzione a fornire i vestiti. La scelta più ragionevole ed economica, specie se non sussistono particolari esigenze di costume, è indicare all’attore che tipo di abbigliamento ci si aspetta che vesta e lasciare a lui la scelta di proporre alternative. In questo modo vestirebbe con modelli e colori adatti a sé e della propria taglia. Una riflessione va anche ai costi per il cachet degli interpreti: un ragionevole rimborso spese per gli attori, oppure, se i vostri amici si prestano a recitare nel vostro cortometraggio, potreste accordarvi anche su un piccolo rimborso spese oppure una collaborazione gratuita. con la promessa, però, di citarli e ringraziarli nei titoli di coda!

Occorre stabilire un compenso anche per i membri della troupe, che spesso investono del proprio per raggiungere i luoghi delle riprese e ore del proprio tempo per la messa in scena. Se il budget fosse davvero ristretto e i membri della troupe collaboratori molto affiatati si potrebbe optare per una collaborazione volontaria gratuita, un piccolo investimento per il futuro che consentirà a tutti di ottenere visibilità, farsi conoscere negli ambienti “giusti” e sperare in un impiego nel mondo professionale!

In generale è bene prevedere anche un piccolo buffet o un cestino con vivande calde o fresche (secondo le circostanze delle riprese) e bibite per nutrire la vostra troupe e sostenerla nelle lunghe ore di lavoro. Eventuali cappelli, ombrelloni, giacche e sciarpe per ripararsi dal caldo e dal freddo sono sempre ad appannaggio della produzione. Un’altra considerazione è quella della disponibilità dell’attrezzatura. In genere un cortometraggio indipendente è girato in digitale da una troupe di persone che si dilettano nel ruolo di film maker: reperire una piccola telecamera digitale potrebbe non essere un problema.

Più complesso sarà avere a disposizione i proiettori e i relativi accessori, la cavetteria, i polistiroli, le gelatine, la “spallaccia” per le riprese a mano, cavalletti, microfoni, filtri, un piccolo monitor di servizio, per consentire al regista di seguire gli effetti della ripresa senza intralciare l’operatore, e un veicolo per il trasporto di accessori e persone. Le attrezzature, quindi, potrebbero essere di proprietà o noleggiate, incidendo ancora una volta sulla disponibilità di budget della vostra piccola produzione. Sarà compito della produzione verificare che l’intero set di attrezzature venga caricate in auto e poi riconsegnato ai legittimi proprietari.

Lo spoglio contribuisce a stabilire le date esatte in cui noleggiare l’attrezzatura, prenotare location, a richiedere le autorizzazioni per le riprese, che possono essere concesse gratuitamente o previo pagamento di una quota stabilita dall’ente che le autorizza. Naturalmente, richiedere le autorizzazioni in anticipo vi consentirà di acquisire le location esattamente per il periodo necessario oppure valutare soluzioni alternative qualora questa sia già impegnata o inaccessibile dal punto di vista economico. Non va dimenticato che se le riprese prevedono esterni ed interni, bisogna trovare la corretta combinazione tra le esigenze dell’una e l’altra soluzione. Ad ogni modo, nei giorni che prevedono condizioni meteorologiche avverse, bisogna assicurarsi di avere un’alternativa al coperto, dove proseguire comunque la lavorazione.

Nelle lavorazioni in interni, specie se chiedete la collaborazione di privati, dovrete calcolare anche la possibilità di utilizzare le loro utenze e di conseguenza rimborsarli di eventuali consumi. Un esempio? Se richiedete al vostro vicino di casa di collegare la vostra prolunga alla sua presa elettrica, dovrete annotare l’attuale consumo di corrente che risulta dal contatore all’inizio e alla fine delle riprese e da questa semplice differenza calcolare una quota di rimborso.

In conclusione, la produzione è presente in tutte le fasi della realizzazione del film, per supportare la troupe e agevolare le riprese dal punto di vista logistico. In fase di post-produzione, la produzione svilupperà accordi per i turni di montaggio e provvederà a dare la massima visibilità al cortometraggio e ai suoi artisti.

Articolo scritto da ideastreet - Vota questo autore su Facebook:
ideastreet, autore dell'articolo Consigli Per La Realizzazione Di Un Cortometraggio Indipendente
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione