Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Giovani, Non Abbattiamoci: Trovare Lavoro è Possibile


30 gennaio 2013 ore 11:32   di Elenyx  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 649 persone  -  Visualizzazioni: 1215

L’incidenza degli under 25 nel mondo del lavoro ha raggiunto il minimo storico lo scorso novembre: dati Istat, infatti, indicano che la disoccupazione tra i giovani nella fascia d’età 15-24 ha raggiunto quota 37% a fine 2012. Abbandonando le percentuali e ragionando in cifre, significa che sono oltre 641 mila i giovani senza lavoro in Italia. Un dato allarmante. Certamente conseguenza della crisi economica che ancora opprime il Bel Paese, certo. Ma non solo.

Alcuni esperti individuano tra le cause pure un preoccupante scollamento tra scuola e mondo del lavoro. Gli istituti d’istruzione secondaria non preparano adeguatamente i giovani ad affrontare il mondo dopo la scuola. La rosa di corsi universitari è ampia, ma poco spendibile senza l’aggiunta di corsi specifici post-laurea. Corsi comunque costosi, certamente non accessibili alle tasche di tutti.


Anche le aziende hanno la loro parte di responsabilità: preferiscono candidati molto giovani, ma con esperienza alle spalle, magari maturata all’estero. Insomma, qualcuno che al primo giorno di lavoro sappia già come muoversi, cosa fare e, soprattutto, cosa non fare. Qualcuno, in poche parole, che non porti via tempo prezioso per essere formato. Ciononostante le agenzie per il lavoro temporaneo affermano che trovare un’occupazione si può, anche in tempi bui come quelli che stiamo vivendo. Ecco i consigli che danno ai giovani in cerca di un impiego.

Curriculum accattivante: come si può compilare un buon curriculum se si è alle prime armi? Scannerizzando accuratamente tutte le esperienze fatte, analizzando le competenze acquisite e puntando sulle proprie ambizioni lavorative se non si ha molto altro da scrivere. In sostanza, evidenziare il "saper essere" se manca il "saper fare". Evitare curriculum eccessivamente prolissi perché i direttori del personale non hanno tempo da perdere e i papiri eterni finiscono nel cestino dopo un rapido sguardo. Frasi tipo "spiccate doti di leadership" o "formidabile comunicatore" contribuiranno solo a farvi passare come uno spocchioso irritante da scartare. Quindi, meglio sfuggire alla tentazione di scriverle. Altra cosa da non fare è mentire. Viviamo in un mondo informatizzato, in cui il Grande Fratello – quello orwelliano, s’intende – osserva davvero ogni nostra mossa. Con pochi click un qualunque selezionatore può verificare quanto abbiamo affermato. La figuraccia è a portata di mouse, quindi state attenti.

Essere flessibili e attenti: dichiararsi disponibili al lavoro su turni o a trasferte vi mette sotto una luce positiva. Presentarsi al colloquio con abiti adeguati, aiuta a sentirsi a proprio agio. Quindi sarebbe consigliabile effettuare una breve ricerca sull’azienda che vi ha contattato, per scoprire di cosa si occupa o quale ambiente di lavoro ha costruito nel tempo. Ci sono aziende che puntano sull’informalità, quelle informatiche ad esempio, per cui presentarsi in giacca e cravatta vi farebbe sentire fuori luogo. Frequentate le fiere del lavoro, serve a tastare il polso, a rendersi conto della situazione reale. E attenti al web! Non solo alle offerte fasulle, finti annunci di lavoro che promettono guadagni stratosferici in cambio di una piccola somma di denaro da versare. Ma anche ai siti web o ai social network. Aprire un sito internet è semplicissimo. Il difficile è arricchirlo con contenuti interessanti. Inoltre postare foto compromettenti o lasciare commenti al vetriolo sul datore di lavoro, non aiuta la vostra formazione.

Dite Sì: accettate le proposte, anche se vi sembrano poca cosa. Fanno esperienza. E ricordate che, finalmente, ora anche gli stage devono essere retribuiti. Lo so, accettare uno stage dalla parte opposta dell’Italia con la conseguenza che l’intera retribuzione sarebbe impiegata per l’affitto di un monolocale condiviso con almeno altri due ragazzi, non è semplice. Ma non scartate l’idea a priori. Cercate corsi, tirocini e esperienze di lavoro all’estero, contribuiranno a distinguervi dalla massa.
Viviamo tempi difficili. I giovani si barcamenano tra lavori sottopagati e contratti a chiamata, cercando di scollarsi di dosso l’etichetta nostrana di "bamboccioni" o quella british di "choosy". Farsi prendere dallo sconforto è facile. Ma bisogna farsi coraggio e bussare ad ogni porta. Chi la dura la vince.

Articolo scritto da Elenyx - Vota questo autore su Facebook:
Elenyx, autore dell'articolo Giovani, Non Abbattiamoci: Trovare Lavoro è Possibile
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione