Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Parquet, Come Sceglierlo E Adoperare La Giusta Manutenzione


19 ottobre 2011 ore 18:59   di spaziovendita  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 2364 persone  -  Visualizzazioni: 4256

Il parquet, al giorno d’oggi, è un tipo di pavimento di larga diffusione e anche economicamente più accessibile rispetto a prima. E’ molto amato per le sue proprietà di dare ai locali calore e quell’aria di “vissuto” dal fascino intramontabile.
Per questo tipo di pavimentazione, esistono delle norme europee per indicarne l’autenticità, ovvero: la definizione di parquet è applicata a elementi in legno massiccio o a quelli in cui lo strato superiore di legno nobile non è inferiore a 2,5 mm.

Se siete decisi a scegliere una pavimentazione a parquet per la vostra casa, è importante affidarsi a ditte specializzate del settore, in quanto sul mercato esiste una vasta varietà di prodotti e solo gente esperta può aiutarvi nella scelta migliore, in base alle vostre esigenze. In commercio, infatti, troviamo diversi tipi di essenza e colore. Abbiamo i legni chiari quali: abete, acero francese e canadese, rovere, faggio, frassino, larice, rovere naturale e sbiancato. I legni bruni: iroko, afrormosia, teak, cabreuva, olio, noce nazionale, acacia, rovere antidato). I legni rossi: acero rosa, ciliegio), e infine i legni scuri: rovere di Slavonia, wengè-panga, larice europeo scuro.
Un consiglio personale, una volta scelta la tonalità, è quella di chiedere di visionare un campione di parquet finito. Questo perché, indipendentemente dalla tonalità, le varie tipologie di legno, reagiscono in modo diverso alla luce, cambiando con il tempo.


La scelta del parquet comunque non si ferma solo al tipo di essenza. E’ importante anche scegliere la geometria di posa ideale che si integri con i schemi della vostra casa. In parole povere, i “disegni” che nascono accostando i singoli elementi che compongono un pavimento di legno. Tra le geometrie più diffuse, troviamo lo schema a spina di pesce, centrale o diagonale o con fascia e bindello: in questa maniera si possono correggere le irregolarità geometriche del locale. Ecco un esempio in foto:

Il Parquet, Come Sceglierlo E Adoperare La Giusta Manutenzione

Possiamo optare anche per la soluzione tolda di nave, è una tecnica che può essere irregolare o regolare, dritta o diagonale. Questa geometria, molto semplice e lineare, viene usata maggiormente in ambienti come la cucina e la camera da letto. Ecco una foto come esempio illustrativo:

Il Parquet, Come Sceglierlo E Adoperare La Giusta Manutenzione

Un’altra geometria è la scacchiera, dove gli elementi in legno vengono assemblati in modo da formare un quadrato che costituisce l’unità di posa, eccone un esempio di parquet a scacchiera:

Il Parquet, Come Sceglierlo E Adoperare La Giusta Manutenzione

Un’ultima soluzione può essere il mosaico, dove gli elementi vengono accostati e premontati in modo da formare dei quadrati, non molto grandi, come si evidenzia in foto:

Il Parquet, Come Sceglierlo E Adoperare La Giusta Manutenzione

Quest’ultime due geometrie, la scacchiera e il mosaico, sono maggiormente indicati per gli spazi ampi, come ad esempio i saloni, e la loro geometria può seguire l’andamento dei mobili o di una parete.

La moda degli ultimi anni, ha portato il parquet anche nelle cucine e nei bagni, soprattutto grazie a dei trattamenti che rendono il pavimento resistente alle macchie e all’acqua. I legni più usati per questi ambienti sono quelli più stabili e resistenti.

Concludiamo con la manutenzione quotidiana e straordinaria del parquet. L’uso dell’aspirapolvere assicura sicuramente una pulizia quotidiana ottimale, ma attenzione ad usare le spazzole adatte al parquet. Solo in caso di una sporcizia più intensa e ostinata, si consiglia di adottare una soluzione “umida” utilizzando un apposito straccio ben strizzato con aggiunta nell’acqua di un detergente neutro, ma attenzione: non buttate mai troppa acqua sul parquet!
Ogni 6-8 mesi infine, potete ravvivare la vostra pavimentazione parquet utilizzando un polish ecologico idoneo a base di acqua ed auto lucidanti da non versare mai direttamente sul pavimento.
Spero di esservi stato utile con questi piccoli consigli sui tipi, i formati e le essenze per il pavimento in legno. Il parquet è di una bellezza straordinaria, ed è importante anche farlo durare nel tempo!

Articolo scritto da spaziovendita - Vota questo autore su Facebook:
spaziovendita, autore dell'articolo Il Parquet, Come Sceglierlo E Adoperare La Giusta Manutenzione
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Lino
    #1 Lino

ottimo il consiglio per un parquet a mosaico, mi piace!

Inserito 21 ottobre 2011 ore 12:12
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione