Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Disoccupazione A Requisiti Ridotti


9 febbraio 2011 ore 10:57   di francepo  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 1535 persone  -  Visualizzazioni: 2391

Questa pagina vuole essere un piccolo aiuto a tutte quelle persone che, cessata l’attività di lavoro, possono accedere alle cosiddette prestazioni in favore del reddito. In poche parole queste prestazioni vengono comunemente indicate con “disoccupazione ordinaria” e disoccupazione requisiti ridotti”.

Approfondiremo il secondo caso, la “disoccupazione a requisiti ridotti” perché spesso molti sfortunati ex-lavoratori aspettano la data di presentazione delle domande per poi scoprire che non si hanno invece i requisiti. Questi i requisiti che bisogna avere per poter avere questo sussidio:


1) ESSERE DISOCCUPATO. Lo status di disoccupato lo si assume una volta cessata l’attività lavorativa (non “in nero”!). Quindi si è disoccupati qualora:
• siano scaduti i termini del rapporto di lavoro. Questo è il caso, ad esempio, dei lavoratori a tempo determinato.
• nel caso siano state rassegnate le dimissioni per giusta causa. L’argomento è molto ampio e le “giuste cause” sono molteplici, alcune delle quali sono il mobbing, il mancato pagamento degli stipendi, molestie sessuali, il fatto che le mansioni attribuite al lavoratore siano inferiori rispetto a quelle per cui è stato assunto, o ancora qualora sia accertato un comportamento offensivo da parte del datore di lavoro. L’elenco non finisce qua, anzi. E’ opportuno valutare comunque la situazione con le persone più competenti.
Nota bene: il licenziamento, se non ha il requisito di “giusta causa”, non da diritto alla disoccupazione. In questo caso infatti è una scelta volontaria il non lavorare.

2) ESSERE ISCRITTO AI CENTRI PER L’IMPIEGO. I Centri per l’impiego sono i vecchi Uffici di Collocamento. E’ molto importante essere iscritti sia per la ricerca di lavoro sia per godere di certi servizi. Nel nostro caso, quando un lavoratore cessa di lavorare, deve rinnovare la sua iscrizione, dichiarando la sua disponibilità all’impiego e quindi ufficializzando il suo status di disoccupato.

3) ALMENO 78 GIORNATE LAVORATIVE. Son comprese in questi 78 giorni pure i giorni festivi e i giorni di malattia.


4) UN CONTRIBUTO SETTIMANALE PRIMA DEL BIENNIO PRECEDENTE. Sembra questo il vero problema. Tradotto in semplici parole, occorre aver lavorato qualche giorno due anni prima dell’anno cui si fa riferimento.
• Facciamo un esempio: ho lavorato nel 2010 per 80 giorni e presento quindi domanda di disoccupazione tra gennaio e marzo del 2011. Per poter accedere a questo servizio, occorre che io abbia almeno un contributo settimanale nel 2008 o negli anni precedenti.

Facciamo due esempi chiarificatori:

La Disoccupazione A Requisiti Ridotti

1) Marzia, che farà domanda di disoccupazione tra gennaio e marzo del 2007, ha lavorato dal 01-06-2006 al 31-10-2006 e dal 01-07-2005 al 31-10-2005
Marzia non ha diritto in questo caso alla disoccupazione perché, nonostante abbia il numero di giornate lavorative richieste, non possiede nemmeno un contributo prima dei due anni precedenti, vale a dire non ha nemmeno un contributo fino al 2004 (e quindi 2003, 2002, 2001 etc.)
2) Giovanni, che farà domanda di disoccupazione tra gennaio e marzo del 2007, ha lavorato dal 01-06-2006 al 31-10-2006, dal 01-07-2005 al 31-10-2005 e dal 15-03-1999 al 16-04-1997.
In questo caso Giovanni potrà presentare la domanda in perché ha dei contributi versati prima dei due anni, in questo caso addirittura dieci anni, ma pur sempre validi.
È molto importante quindi valutare sempre questi fattori per non sperare in qualcosa che poi si scopre non poter avere.

La domanda di disoccupazione requisiti ridotti va presentata all’Inps o in qualsiasi Patronato (è forse preferibile, pure per avere dei consigli per la giusta compilazione) dal 1 Gennaio al 31 Marzo di ogni anno successivo al periodo di disoccupazione. Quindi se tu hai lavorato nella prima parte del 2010 e poi sei rimasto disoccupato tutto l’anno presenterai comunque la domanda nel 2011.
E’ necessario presentare, col modulo di richiesta prestazione (scaricabile pure dal sito dell’INPS), la dichiarazione del datore di lavoro (modulo DS 22) in cui è riportato il conteggio esatto dei giorni.

Quindi non appena il tuo contratto scadrà, chiedi al tuo datore di lavoro il modulo DS22. Presentati per iscriverti di nuovo al Centro per l’Impiego rendendoti quindi disponibile per altri lavori, poi dal 1. Gennaio dell’anno successivo presenta domanda all’Inps.

Si suggerisce, ancora una volta, di chiedere la consultazione di un Patronato in quanto ogni situazione è soggettiva (si pensi ai tipi di licenziamento con o senza giusta causa, ai giorni lavorati etc. etc.).

Articolo scritto da francepo - Vota questo autore su Facebook:
francepo, autore dell'articolo La Disoccupazione A Requisiti Ridotti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

Per la DISOCCUPAZIONE ORDINARIA informazioni dettagliate e spiegate in maniera semplice all'indirizzo http://www.paid2write.org/attualita_gossip /guida_alla_disoccupazione_ordinaria_sussi dio_per_almeno_mesi_10248.html

Inserito 15 febbraio 2011 ore 22:45
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione