Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

7: La Valutazione - Come Essere Assunto Nelle Multinazionali Dell' Abbigliamento E Sopravvivere


1 marzo 2016 ore 17:16   di neuavram  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 415 persone  -  Visualizzazioni: 527

Oggi parliamo di armi. Il successo personale in un lavoro dipende dalle valutazioni e dai giudizi che vengono espressi dal responsabile nei confronti del lavoratore. Per ovviare alla soggettività (e di conseguenza al favoritismo) dei vari responsabili che si susseguono all'interno dello stesso punto vendita, sono stati creati dei parametri che rendono la valutazione dell'impiegato leggermente oggettiva, fino a quando si incontra l'intelligenza e l'acutezza dei dialoganti. Ovvero, é politica.
Molte delle valutazioni, infatti, sono ambivalenti, ovvero sono interpretabili in due e più modi in base all'intento del responsabile: se vuole fare una valutazione positiva o negativa dell'assunto.
Perché ho parlato di armi? Perché quel semplice foglio può risultare un'arma a doppio taglio, e se usata bene, può diventare l'arma perfetta per chi vuole uscire dall'ufficio con una valutazione positiva nero su bianco, e quindi oggettiva.
Questa vi servirà nel caso di una riassunzione o di una crescita.
Generalmente sono due le fasi in cui si articola la "pagella": una prima in cui il responsabile esprime un'idea generale sulla persona, e una seconda in cui, dopo un tempo deciso da entrambe le parti, ci si sofferma sul superamento o meno delle opportunità espresse in precedenza. La fase su cui dovrete concentrarvi é la seconda.

Nella prima fase, infatti, il responsabile cercherà di stabilire la sua posizione, cercando di sapere e farvi intendere che conosce il vostro modo di lavorare e in cosa siete forti e in cosa invece avete bisogno di supporto. Il mio consiglio è di lasciarlo parlare, è difficilissimo che la vostra scheda sia totalmente negativa o totalmente positiva (a meno che non siate un potenziale che è lì lì per fare il grande passo) e il manager argomenterà con forza gli eventuali punti negativi. Non vi mettete a discutere, non deve essere un dibattito ma uno scambio di opinioni. Dimostratevi aperti nel comprendere il motivo per cui vede in voi dei punti da migliorare e soprattutto nel farvi consigliare come migliorarli. Se non siete per niente d'accordo con quello che sta esprimendo, proponete il vostro punto di vista non sfociando nel litigio. Ricordatevi che questa fase è preliminare all'affondo, alla fase successiva che, ricordatevi, è quella più importante per voi.


La seconda fase, infatti, è un incontro per valutare insieme se si sono superati i punti di miglioramento precedentemente elencati in un sommario e consegnato al termine della prima fase. Questo è il momento più importante per voi: nell'intervallo tra la prima e la seconda fase tenete bene a mente quali sono i punti di miglioramento e lavorateci su, mostrando al responsabile senza troppa sfacciataggine che avete a cuore quello che vi ha detto. Ricordatevi che questa strategia servirà a chi vuole rimanere di rimanere in azienda e a chi vuole crescere di crescere. Scrivetevi degli esempi da portare con voi nella seconda fase, così in caso di confutazione, avrete degli episodi concreti che potrete esporre e marcare il vostro meritato successo. Generalmente, a meno che non siate un caso estremamente disperato, questa seconda fase fluirà positivamente e voi avrete il vostro diploma di perfetto venditore.

Dove sta il problema? Che molti, moltissimi managers sono restii a intavolare questo confronto, proprio per paura di perderlo. Quindi rimanderanno di tantissimo il dialogo e anche la seconda fase. Che siate un contratto a scadenza o una crescita, pretendete questo tipo di valutazione perché le cose cambiano di giorno in giorno nelle multinazionali e solo un foglio nero su bianco firmato sia da voi che dal vostro responsabile può garantirvi un futuro. Se il vostro responsabile non vi ascolta ricordatevi sempre che c'é un responsabile di un responsabile che vi terrà in considerazione e ascolterà le vostre obiezioni.

Se una formazione non è sufficiente, se un responsabile non vi nota, se non riuscite a istaurare da subito un positivo legame lavorativo con i vostri colleghi, appellatevi sempre a quel foglio, imparate a memoria quali sono le vostre responsabilità sia che siate un venditore, un visual o un manager, cosicché possiate lavorare su quello che ci compete. Una volta ottenuto il foglio, chiedete una fotocopia, conservatela perché sarà la vostra chiave di accesso a molte altre strade.

L'informazione è la prima delle armi, dovete essere voi a cercare le informazioni su quello che deve essere il vostro lavoro. Soltanto l'interesse individuale e la preparazione personale può portare a un successo assicurato.

Articolo scritto da neuavram - Vota questo autore su Facebook:
neuavram, autore dell'articolo 7: La Valutazione - Come Essere Assunto Nelle Multinazionali Dell' Abbigliamento E Sopravvivere
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione