Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Superare Gli Esami Universitari? Ecco Qualche Piccolo Trucco


5 giugno 2013 ore 11:51   di MatteoDeA  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 733 persone  -  Visualizzazioni: 1339

Problemi nel superare quel dannato esame? L’ansia vi sta logorando ogni giorno di più? Avete paura di non essere preparati e preferireste non esservi mai iscritti all’appello? Nessun problema, ecco a voi alcuni consigli su come organizzarsi al meglio per farsi trovare pronti agli esami universitari.

EVITARE LE "AMMAZZATE" – Il primo suggerimento, nonché uno dei più importanti per non essere miseramente bocciati dal professore, è quello di evitare di cominciare a studiare appena due settimane prima dell’appello. Sicuramente ci sarà qualcuno che in una quindicina di giorni riesce comunque a prepararsi in maniera adeguata, ma quando si hanno da preparare più di 500/600 pagine la tecnica potrebbe non rivelarsi troppo efficace. La soluzione migliore è piuttosto semplice: cercare di sfruttare qualsiasi momento libero per portarsi avanti nello studio. Una moderna forma di carpe diem. Cogliere l’attimo, sempre e comunque. Anche la persona più impegnata al mondo, tra lezioni, sport, lavoro e momenti di intimità con il proprio partner, ha sicuramente qualche momento libero all’interno della giornata. Sia esso la sera prima di andare a dormire, subito dopo pranzo o mentre ci si sposta nei mezzi pubblici. Queste occasioni, qualunque esse siano, devono essere sfruttate nel migliore dei modi.


L’IMPORTANZA DELLE KEYWORD – Ognuno, naturalmente, ha una propria tecnica per studiare, appresa sui banchi di scuola e affinata dopo anni e anni di interrogazioni. Ecco però il nostro consiglio. Molto prima dell’esame, anche se non si conosce la data esatta dell’appello, bisogna cominciare a leggere il libro, sottolineando le informazioni che si reputano più importanti. Una volta terminata la prima lettura, bisogna approfondire gli argomenti. Naturalmente bisogna leggere soltanto le cose che avete sottolineato precedentemente, senza concentrarsi sul resto. Le nozioni da vedere saranno molto meno della metà, gran parte del testo infatti è inutile ai fini dell’esame. La seconda lettura dunque non sarà né troppo faticosa, né troppo lunga. Il suggerimento, a nostro avviso fondamentale, è quello di appuntarsi al fianco di ogni paragrafo delle keyword, alcune parole chiave che racchiudono il senso complessivo di quella porzione di testo. Sembra una pignoleria da niente, ma quando l’esame comincerà ad avvicinarsi e dovrete ripassare magari più di un libro non avrete il tempo materiale per poter rileggere tutto ciò che avete sottolineato. Ecco allora che solo guardando le keyword vi tornerà alla mente, almeno in linea generale, l’argomento di ogni paragrafo.

L’ULTIMO SFORZO – Se l’esame si svolge nella tarda mattinata, o comunque dopo le dieci, dovete allora fare un ultimo sforzo. Caricate la sveglia con un paio d’ore d’anticipo rispetto all’ora in cui avreste voluto svegliarvi e usate al meglio quegli ultimi 120 minuti prima dell’esame. Aprite i libri per l’ultima volta e date ancora una rapida occhiata alle keyword che avete scritto in precedenza. Può sembrare una banalità o, peggio ancora, soltanto un modo per confondersi le idee. Nulla di più sbagliato. Andare all’esame dopo aver ridato una lettura veloce alle parole chiave, le vostre parole chiave, è un aiuto fondamentale.

Superare Gli Esami Universitari? Ecco Qualche Piccolo Trucco

MANTIENI LA CALMA – La vera chiave del successo però è dentro ognuno di voi. Certo, senza essere preparati probabilmente non riuscirete a superare l’esame, ma a parità di studio e di nozioni apprese è scientificamente provato che la persona più calma e meno ansiosa otterrà il risultato migliore. Ognuno è diverso, questo è evidente. C’è colui che non si agita in nessuna occasione e chi invece viene colto da veri e propri attacchi di panico. La cosa fondamentale da capire però è che state semplicemente svolgendo un esame. Probabilmente, nel giro di pochi giorni, riderete pensando al vostro stato d’animo di quelle ore. Nella vita ci sono cose ben più importanti per cui stare in ansia rispetto a un esame universitario. E inoltre, se riesci a mantenere la calma, il professore capirà che hai padronanza degli argomenti e che sei preparato sulla materia. Un ultimo consiglio per finire: non abbiate paura, siate tra le prime persone a prenotarsi all’appello. I docenti, all’inizio, tendono a fare domande più generali, quindi più semplici perché siete liberi di spaziare su più argomenti. Prenotarsi tra le ultime persone è solo un duplice svantaggio: i professori si stancano e, per evitare di fare sempre le stesse domande, iniziano a chiedere nozioni più specifiche; inoltre, soprattutto ad alcune persone, l’attesa non fa altro che accrescere lo stato di tensione. Prenotatevi, andate e superate l’esame. Rapido e indolore, senza tergiversare più di tanto.

Articolo scritto da MatteoDeA - Vota questo autore su Facebook:
MatteoDeA, autore dell'articolo Superare Gli Esami Universitari? Ecco Qualche Piccolo Trucco
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione