Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Tutte Le Cose Da Non Dire Ad Un Colloquio Di Lavoro


17 maggio 2011 ore 16:35   di laure  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 452 persone  -  Visualizzazioni: 981

Un curriculum perfetto, un contegno professionale irreprensibile, una preparazione impeccabile e una giacca nuova di zecca…no, niente di tutto questo può rimediare alla potenza rovinosa e distruttiva di certe frasi ammazza-colloquio, quelle frasi che fanno finire il tuo curriculum dimenticato in fondo ad un cassetto. Secondo i maggiori esperti di risorse umane, infatti, esse possono bastare da sole a “bruciare” un possibile candidato, come si dice in gergo. Impariamo allora a conoscerle, per evitarle e non commettere fatali errori di strategia.

Uno degli errori più frequenti dei candidati è quello di lasciarsi tentare dall’informalità del colloquio-chiaccherata: attenzione, essere brillanti e vivaci va bene, ma esordire con un “possiamo darci del tu” ed esplodere in manifestazioni entusiastiche quando ti chiedono di parlare di te e/o del lavoro dei tuoi sogni, non è una buona presentazione. Adotta piuttosto un atteggiamento sereno e rilassato, dai sempre del lei al tuo selezionatore e trattalo come una persona che è lì per giudicarti e magari assumerti, e non come un amico. Non concedere troppa confidenza però non significa cadere però sulla strada opposta della conflittualità: esporsi con un “non sono d’accordo con lei” potrebbe indisporre il selezionatore e pregiudicare l’andamento del colloquio. Esponete allora la vostra opinione con un più equilibrato e cordiale: “Lei ha ragione, ma..”


Altra situazione: ti chiedono di raccontare del tuo precedente lavoro. Per quante terribili e incredibili esperienze tu possa aver avuto, quanti improponibili personaggi tu abbia avuto la sfortuna di incontrare, mai e poi mai parlare male dell’ex-capo. Il selezionatore penserà all’istante che non ti faresti scrupoli a parlare così anche della sua azienda e prenderà le giuste precauzioni per impedire che ciò accada.

Tutte Le Cose Da Non Dire Ad Un Colloquio Di Lavoro

È normale che dopo essersi sentiti porre cento e più domande, abbiamo voglia di farne anche noi qualcuna, per capire qualcosa di più dell’azienda che abbiamo davanti e della posizione lavorativa che ci sta proponendo. Ebbene, attenti a non scivolare in queste:

“Quant’è lo stipendio?”: certo, è assolutamente legittimo ed un tuo diritto saperlo, ma è meglio che sia il tuo interlocutore a introdurre l’argomento. Prima della fine del colloquio, l’argomento sarà sicuramente trattato, quindi un po’ di attesa non ci sconvolgerà.

“A quando le ferie?”: assolutamente da evitare! Non sei ancora assunto, non hai lavorato un giorno, e già pensi alle ferie? E’ questo che, molto probabilmente, penserà il tuo selezionatore di te.

“Mi può dire com’è andato il colloquio?”: nooo, stavi quasi per farcela e invece sei caduto sul più bello! Questa domanda potrebbe comunicare al selezionatore scarsa sicurezza in te stesso e insufficiente capacità di controllo. Se il colloquio è andato bene, stai sicuro che l’azienda ti richiamerà, e se non dovessero richiamarti, questo può non voler dire necessariamente che il colloquio non è andato bene, ma solo che non eri la risorsa di cui avevano bisogno al momento. E quindi, sotto con un altro colloquio ma…attento alle frasi ammazza-colloquio!

Articolo scritto da laure - Vota questo autore su Facebook:
laure, autore dell'articolo Tutte Le Cose Da Non Dire Ad Un Colloquio Di Lavoro
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • chrismo
    #1 chrismo

Interessante l'articolo, concordo con tutto quello che c'è scritto ma ritengo che in questi tempi non ci sia da fidarsi dei selezionatori e dei responsabili del personale delle aziende: sono alla ricerca di persone da spremere fino all'ultima goccia e curano solo ed esclusivamente il loro interesse. Il mio consiglio è quello di non farsi troppi scrupoli e pensare sempre che le aziende potrebbero benissimo retribuire il doppio di quello che offrono in fase di colloquio senza problema, ma ovviamente se ne gurdano bene dal farlo.

Inserito 17 maggio 2011 ore 17:53
 
  • Iome
    #2 Iome

Articolo interessante, ma credo tralasci un punto fondamentale: le raccomandazioni. Sono quelle, soprattutto in Italia, che servono per superare un colloquio di lavoro ed essere assunto! 4 stelle a te.

Inserito 20 giugno 2011 ore 08:38
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione