Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Bambini Facebook - Dipendenti: è Allarme


14 maggio 2011 ore 10:13   di acquadalsole77  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 344 persone  -  Visualizzazioni: 1342

La noia, intesa come tempo vuoto e senza impegni, ozio, non la prova più nessuno. Le vite dei giovani nella gran parte dei casi sono scandite da una serie impressionante di impegni, finiti i quali si passa direttamente su Facebook o altri social network. Noi adulti da piccoli l'abbiamo provata, magari verso sera, in attesa che arrivasse l'ordine di andare a tavola.

Tempi morti, che riempivamo spremendoci le meningi e la fantasia, inventandoci nuovi giochi e scherzi. Oppure anche solo leggendo un buon libro. Lo stesso tempo che i ragazzini oggi utilizzano per il social network. Sono milioni i profili di giovanissimi che, mentendo sulla data di nascita, si sono creati un account, eludendo allegramente il divieto di iscriversi se si hanno meno di 13 anni. Nella gran parte dei casi, tutto avviene col tacito consenso dei genitori, presenti spesso a loro volta sul social network. Un fenomeno crescente, troppo sottovalutato.


E' ormai sotto gli occhi di tutti che il social network stia diventando per molti giovanissimi iscritti una sorta di malattia, una dipendenza insomma. Secondo un'indagine della commissione europea, il 77% dei ragazzini dai 13 ai 16 anni e il 38% di quelli tra i 9 e i 12 ha un profilo su Facebook. I rischi sono più grandi quanto più i bambini sono piccoli, che molto spesso non sanno come modificare i parametri per proteggere i loro dati privati. Ragazzini che, inconsapevolmente, possono finire in situazioni pericolose.

Anche gli alti dirigenti del social network stanno cominciando a preoccuparsi: il problema esiste e si sta facendo serio. Ogni giorno vengono "bannati" (chiusi) circa ventimila utenti che mentono sulla loro età. A Palo Alto stanno anche pensando di rendere obbligatorio l'inserimento del codice di iscrizione all'anagrafe in modo tale da consentire al social network di riconoscere l'età. Ma basterà per proteggere i bambini?

Bambini Facebook - Dipendenti: è Allarme

Articolo scritto da acquadalsole77 - Vota questo autore su Facebook:
acquadalsole77, autore dell'articolo Bambini Facebook - Dipendenti: è Allarme
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione