Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Blekko: Il Nuovo Motore Sfida Google


4 novembre 2010 ore 19:47   di bengala  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 541 persone  -  Visualizzazioni: 949

Si chiama Blekko e funzionerà anche grazie al contributo degli utenti che lo utilizzeranno. In questo modo Blekko si propone di eliminare lo spam ed i contenuti indesiderati. L'idea è quella che un motore di ricerca non si debba basare esclusivamente su algoritmi. Spesso solo il contributo umano può ottimizzare le ricerche online. Il fondatore Rich Skrenta è convinto che con Blekko l'utente potrà arrivare più facilmente all'informazione ricercata in quanto sarà eliminato ciò che è superfluo. Per ora solo 3 milioni di pagine indicizzate, nulla se confrontate al trilione di pagine di Google.

Una delle novità sta nell'introduzione delle cosiddette slashtag. Se ad esempio proviamo a cercare " laser /medicine" avremo come risultati tutti i siti che trattano medicina che hanno al loro interno il termine "laser".


24 milioni di dollari ed un team formato da 20 persone che hanno lavorato costantemente per 3 anni al nuovo motore di ricerca "social". Questi sono i numeri di Blekko che è tuttora in versione beta.

Blekko: Il Nuovo Motore Sfida Google

Non solo ricerche più selettive grazie agli slashtag. Come per wikipedia gli utenti registrati potranno, in qualche modo, dare un giudizio sui siti più affidabili e segnalare i siti in cui imperversa lo spam (soprattutto alcune categorie) o comunque inopportuni per la ricerca.

Resta ancora da vedere se vi è il rischio che un sito possa finire nella lista spam di Blekko anche se non ha al suo interno contenuti indesiderati.

La sfida è partita, non ci resta che vedere se Blekko riuscirà quantomeno a dare un po di fastidio a big G.

Articolo scritto da bengala - Vota questo autore su Facebook:
bengala, autore dell'articolo Blekko: Il Nuovo Motore Sfida Google
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione