Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Brivido In Rete: Da Gennaio Punito Chi Pubblica E Chi Scarica File Coperti Da Copyright?


20 settembre 2011 ore 12:48   di Kfra  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 459 persone  -  Visualizzazioni: 1016

I disegni di legge nn. C.4511 e C.4549 presentati rispettivamente da Lega e Pdl ed al momento all’esame della Commissione Attività Produttive della Camera, riguardano la ”responsabilità” e gli “obblighi” dei Service Provider rispetto alle violazioni del diritto d’autore.
In sintesi, per evitare pesanti sanzioni, i service provider dovranno, “rimuovere le informazioni” considerate illecite oppure “disabilitarne l’accesso” (il testo è ambiguo, non è chiaro se si parli di accesso ai contenuti o anche dell’accesso al web del cittadino che li pubblica).

Files coperti da Copyright non possono essere caricati a pena di sanzioni già dal 2004. La novità sta nel fatto che potranno segnalare la presenza di contenuti illecitamente caricati, non solo, come avviene oggi, l’autorità competente e l’autorità giudiziaria, ma anche i comuni cittadini, attraverso una comunicazione alle autorità competenti.
Gli esperti di Diritto costituzionale però, commentano “il nostro ordinamento è sottoposto al principio di legalità formale e di separazione dei poteri, il che significa che per poter reprimere determinati comportamenti, con tutte le garanzie del caso, ci sono gli organi preposti, ovvero gli organi di polizia, e la magistratura e non “qualunque interessato” , magari “assetato” di vendetta” (v. http://www.fulviosarzana.it/).
Ovviamente ne sarebbe coinvolto tutto il patrimonio di file scambiati via web quotidianamente, testi, immagini, video, musica, con implicazioni sia verso chi carica il materiale incriminato, sia chi lo scarica.


L’Avv. Guido Scorza (www.guidoscorza.it) ricorda che “Il Tribunale di Milano con una Sentenza dei giorni scorsi ha ritenuto Yahoo responsabile di aver violato i diritti d’autore di Mediaset, consentendo agli utenti di Yahoo! Video di pubblicare qualche centinaia di spezzoni di video, di maggiore e minore successo, trasmessi dalla Tv del Biscione” e avverte della possibilità che, sulla scia di questo precedente, i provider possano essere assimilati a dei veri e propri Editori web.

Brivido In Rete: Da Gennaio Punito Chi Pubblica E Chi Scarica File Coperti Da Copyright?

Lo stesso Scorza, riporta Fabio Chiusi su Lettera 43 (www.lettera43.it), ritiene impossibile l’approvazione di un testo di legge che “va contro la direttiva comunitaria sull'e-commerce”, così come sembra improbabile che, nel mare magnum delle leggi e leggine in corso di valutazione da parte delle Camere, un testo tanto controverso possa vedere l’approvazione in tempi utili per rientrare nella Legge Comunitaria (strumento, approvato annualmente, che accorda la normativa europea a quella nazionale) entro fine anno, così come auspicato dal promotore leghista di uno dei due testi.

Il cammino di approvazione è lungo: Il rimbalzo tra Camera dei deputati e Senato fino al raggiungimento di un accordo; L'eventuale esame delle modifiche richieste attraverso nuove discussioni e una votazioni; In conclusione, la trasmissione al Presidente della Repubblica per la promulgazione, entro un mese dall’approvazione del Parlamento (a meno di una deliberazione di urgenza dichiarata a maggioranza assoluta da entrambi i rami del Parlamento). Si passa poi alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ed all’entrata in vigore il 15° giorno successivo a quest’ultimo atto.

Inoltre, il processo di approvazione delle leggi “soffre di problemi gravi, tra cui spiccano quelli che gli esperti definiscono con i termini di "inflazione legislativa" e di "inquinamento legislativo"” (http://www.radio.rai.it/grparlamento/istituzioni/leggi.cfm).

Per dovere di cronaca va evidenziato che, tra i disegni di legge che sono all’esame della sola Camera dei deputati a Settembre figurano temi quali la sicurezza sul lavoro, l’aiuto pubblico allo sviluppo, la ripartizione dell’otto per mille, la regolamentazione della sperimentazione clinica e delle professioni sanitarie, la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione, la regolamentazione delle intercettazioni telefoniche non ultimo l’”Esame del disegno di legge costituzionale n. 4144 e abbinate - Modifiche agli articoli 41, 97 e 118, comma quarto, della Costituzione” (http://www.camera.it/76).

Articolo scritto da Kfra - Vota questo autore su Facebook:
Kfra, autore dell'articolo Brivido In Rete: Da Gennaio Punito Chi Pubblica E Chi Scarica File Coperti Da Copyright?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione