Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Fenomenologia Di Facebook


17 agosto 2010 ore 23:38   di gluca77  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 354 persone  -  Visualizzazioni: 612

Una volta ci si incontrava per strada, in una piazza o davanti a un bar e si trascorreva la serata a parlare del più e del meno. Da un po’ di tempo però, le strade, le piazze ed i bar sono diventati virtuali e gli incontri pure. Mettendo da parte eccezioni ed eccessi, rispetto al fenomeno facebook, avrei da ri-dire alcune cose.

La comunicazione viaggia veloce e, pur denunciando in molti casi pressapochismo, elementarità e zone critiche, rimane fondamentale e tremendamente importante. Tutti scriviamo di tutto e di più: mail, articoli, documenti, semplici messaggi.


Facebook dà la possibilità di scambiare una notevole serie di informazioni: si possono pubblicizzare eventi, pubblicare foto, esprimere commenti, opinioni, citazioni, prese di posizione, stati d’animo.

Fenomenologia Di Facebook

Fenomenologia Di Facebook

Ben venga il confronto, ben venga la conoscenza. Si tratta, tuttavia, di una consapevole, voluta e ragionata espansione della propria privacy, nelle forme e nei modi che ciascuno reputa più opportuni.

Io ci sono, partecipo, ho da dire qualcosa, voglio comunicare qualcosa, voglio far sapere qualcosa, “mi piace” quella cosa che fai, che dici, che hai fatto, che hai detto.

Passati ormai i tempi del tenersi per se tutte queste COSE, del tendere a non dire tutto a tutti, si è passati d’improvviso a non poter fare a meno di evidenziare se stessi, di cercare occasioni ed elementi (leggi video, foto, raffigurazioni scherzose e particolari) per essere presenti, di condividere discussioni e frasi ad effetto, di cercare comprensione (leggi commenti o frasi di circostanza) per le cose che ci riguardano, che facciamo, che ci capitano (addirittura si annunciano lutti e funerali per ottenere il “mi dispiace” o le condoglianze online).

Il tutto condito da una frenetica rincorsa agli amici, o meglio ai contatti, ma solo per fare numero perché gli amici sono ben altra cosa e non hanno bisogno di essere rincorsi né contati.

Fenomenologia Di Facebook

Si può paralare con tizio e con caio e chiedersi, in quel preciso momento, perché non ci si sente quanto meno al telefono o non ci si incontra dal vivo prima o poi, magari in campagna, all'aria aperta, magari per coltivare un interesse comune che non sia però un pezzo di terra virtuale.

Tante volte il tono di voce ci rivela particolari che la semplice digitazione non sarà mai in grado di rappresentare.

Eppure, questo benedetto social network ci ha cambiati e continuerà a farlo, ma per quanto ne siamo consapevoli, continuiamo (e continueremo) ad usarlo, anzi a viverlo, a scrivere sulle bacheche, a cliccare a destra e a manca, a nascondere chi occupa pagine di post, a cambiare l’immagine del nostro profilo e a raccontare di noi, di quello che ci sta intorno, della nostra vita e delle nostre esperienze.

Articolo scritto da gluca77 - Vota questo autore su Facebook:
gluca77, autore dell'articolo Fenomenologia Di Facebook
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione