Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Google Docs, Sempre Più Formati Per Lavorare In Remoto Con Il Cloud Computing Di Big G


22 febbraio 2011 ore 10:11   di epoe  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 342 persone  -  Visualizzazioni: 578

In un periodo contraddistinto da Device dotate di memoria limitata ma di elevata mobilità di funzionamento, in una società sempre più dinamica, in cui la “leggerezza”delle applicazioni è un fattore critico di successo, Google vede i software Desktop arcaici e destinati ad esaurire la loro utilità e segna un'ulteriore passo avanti nella loro sostituzione.

Il colosso dell'IT ha deciso di ampliare ed evolvere ulteriormente uno degli strumenti di maggior successo, Google Docs. Da oggi sarà possibile visualizzare, modificare e creare documenti in dodici nuovi Formati, tutti introdotti per rendere sempre più Office Friendly la soluzione di Cloud Computing proposta da Mountain View.


Relativamente alla compatibilità con i documenti di testo, oltre ai soliti ODT ( di OpenDodument ), DOC, DOCX e RTF di Microsoft Word e le altre TXT, sono state introdotte le estensione PAGES per tutti coloro che lavorano con la suite Apple iWork. Per i fogli di calcolo e lo sviluppo di presentazioni sono stati inseriti i Formati Microsoft Exel XSLX e i file PPTX, per Microsoft Power Point 2007 ( valido fino alle versioni 2010 ).

Google Docs, Sempre Più Formati Per Lavorare In Remoto Con Il Cloud Computing Di Big G

Per assecondare la produttività legata allo sviluppo di file grafici è stato esteso lutilizzo dei principali formati di grafica vettoriale e non. Ecco quindi la compatibilità con le estensioni AI di Adobe Illustrator e PSD di Photoshop, DFX di Autodesk autoCAD e SVG.

Infine, Google Docs integra alcuni formati che facilitano la vita chi si occupa di Document Management in remoto: i formati TTF, TrueType impiegato nella gestione dei font, XPS, file il cui utilizzo risulta indipendente dal dispositivo e dal grado di risoluzione del dispositivo impiegato e le estensioni EPS e PS ( PostScript ) per l'organizzazione delle pagine dei documenti.
Con l'obiettivo di offrire ai suoi utenti la maggiore praticità di utilizzo possibile, Google permette di visualizzare in anteprima ogni tipologia di file ricevuto grazie a Gmail e per garantire sicurezza e stabilita' di funzionamento tutto si svolge nei server di Big G senza installare una sola applicazione in locale.

Insomma, Tablet, iPad, Netbook, smartphone, tutti dispositivi che operano sempre più in remoto e sempre meno in locale e qui Google punta le sue risorse e non è da escludere che in futuro la gamma dei formati compatibilità crescerà ulteriormente.

Articolo scritto da epoe - Vota questo autore su Facebook:
epoe, autore dell'articolo Google Docs, Sempre Più Formati Per Lavorare In Remoto Con Il Cloud Computing Di Big G
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione