Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Funzione Readyboost Di Windows Per Avere Più Ram E Velocizzare Il Nostro Pc


4 ottobre 2010 ore 11:24   di sosuke79  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 313 persone  -  Visualizzazioni: 494

Chi possiede un pc con installato Windows Vista si sarà ben presto reso conto che questo sistema operativo è abbastanza ingordo di risorse e che questa sua fame è causa frequente di blocchi e rallentamenti. Infatti la maggior parte degli utenti medi non ha gran praticità con i concetti di ottimizzazione e configurazione del pc e non immagina lontanamente da cosa potrebbero dipendere quei momenti di empasse della propria macchina.

Tra i vari motivi che rendono lenta anche l'operazione più semplice c'è spesso quella che è una quantità di ram installata insufficiente che viene ad esser ben presto consumata con il solo avvio di windows e l'apertura di qualche applicativo, vedi windows media player o word tanto per citarne qualcuno presente su ogni pc.


A tale problematica si può almeno in parte porre rimedio attraverso operazioni quali la disattivazione all'avvio di programmi non necessari all'accensione del pc, oppure dando una "ripulita" a tutta l'immondizia presente sulle versioni preistallate di windows, o ancora andando a disabilitare "sapientemente" alcuni servizi che non vengono usati dall'utente in modo da evitare spreco di energie non richieste.

Naturalmente l'utente non esperto non ha la minima idea di come questo sia possibile, per cui un espediente che può essere utilizzato e che troviamo preinstallato in windows a partire da Vista è la tecnologia ReadyBoost.

Con questa è infatti possibile aumentare la ram a propria disposizione utilizzando dispositivi esterni quali ad esempio memory cards o pendrive
e così migliorare le prestazioni del proprio pc.

C'è da specificare che anche se oramai tutte le chiavette o memory hanno prestazioni perfettamente compatibili, non è possibile usare memorie molto vecchie in quanto proprio componentisticamente queste non sono in grado di fornire le prestazioni richieste per il readyboost e quindi non avrebbe senso cercare di velocizzare il sistema utilizzando dei supporti dalle prestazioni insufficienti per tale scopo.

Detto questo vediamo i pochi e semplici passi da compiere:

1)Innanzitutto inserendo ad esempio la pendrive, vista subito controlla se essa è compatibile con il readyboost; in tal caso propone nella finestra dell'autoplay l'opzione:"Migliora la velocità del sistema utilizzando Windows readyboost".
Se ad esempio avete disattiva l'autoplay di windows, e quindi tale finestra non dovesse apparirvi, vi basterà fare cliccare col tasto destro sull'icona
del dispositivo inserito e scegliere "Proprietà".

2)Clicchiamoci sopra e ci apparirà la finestra readyboost; clicchiamo su "Utilizza dispositivo" e decidiamo attraverso il cursore quanto spazio della memoria dedicare a readyboost.

3)A questo punto il sistema inizia a creare il file readyboost sulla memoria che abbiamo inserito e via!

Articolo scritto da sosuke79 - Vota questo autore su Facebook:
sosuke79, autore dell'articolo La Funzione Readyboost Di Windows Per Avere Più Ram E Velocizzare Il Nostro Pc
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione