Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Licenziati A Causa Di Facebook, Occhio A Cosa Scrivete


23 marzo 2011 ore 17:04   di lexicool  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 351 persone  -  Visualizzazioni: 696

Bisogna fare attenzione a ciò che si scrive sulla propria pagina di Facebook. Infatti se si parla male della propria azienda o dei propri superiori, si può essere licenziati in tronco. Anche in Italia è successo: due commercialisti sono stati licenziati per aver parlato male su Facebook della Cassa Nazionale dei Commercialisti, dove erano impiegati. Fino a quando non verrà legiferata una norma che specifichi i diritti e i doveri digitali, non sarà mai possibile stabilire il confine tra diritto alla libera espressione e diritto di un'azienda a punire un proprio di dipendente che ha leso l'immagine e la reputazione pubblica dell'azienda.

Il primo caso, come sempre, è successo negli Stati Uniti, dove una dipendente di una società di servizi sanitari, aveva criticato pesantemente i suoi diretti superiori su Facebook. Per questo motivo è stata licenziata in tronco. I sindacati scesi sul piede di guerra, hanno chiesto il reintegro immediato della dipendente. Dopo una querelle di cause e denunce, è stato raggiunto un accordo economico tra le parti.


Il sindacato americano del settore, non si è fatto sfuggire l'occasione e aprendo una trattativa con i vertici dell'azienda, ha stabilito una specie di protocollo su quello che si può dichiarare e non su Facebook e altri Social Network, in modo da non ledere i diritti di entrambe le parti. Questo protocollo è stato preso come punto di partenza in tutti gli altri settori lavorativi degli States, allo stesso livello di una legge.

Licenziati A Causa Di Facebook, Occhio A Cosa Scrivete

In Italia una legge sui diritti digitali ancora non c'è e chissà quanto tempo passerà ancora, quindi prima di parlare male dei propri vertici aziendali, meglio ripensarci più di una volta. Di una cosa siamo certi, ledere la reputazione di un'azienda o di un superiore in pubblico è reato.

Articolo scritto da lexicool - Vota questo autore su Facebook:
lexicool, autore dell'articolo Licenziati A Causa Di Facebook, Occhio A Cosa Scrivete
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione