Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Openbook, Motore Di Ricerca Di Ciò Che è Scritto Su Facebook


17 luglio 2010 ore 02:29   di babi00  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 253 persone  -  Visualizzazioni: 490

Numerose sono state le critiche mosse al noto social network relative alla privacy. Ora è stato realizzato un sito, dall'intento provocatorio, che consiste in una sorta di parodia di Facebook (anche nell'aspetto grafico). In homepage c'è un motore di ricerca che permette di trovare tutti i post in cui compare la parola o la frase digitate.

Il sito si chiama Openbook ed è frutto del lavoro di 3 ingegneri di San Francisco. Provate a digitare parole quali "odio Berlusconi" o "odio Bersani" ed ecco comparire un elenco di simpatizzanti per l'opposizione o viceversa per la maggioranza, con tanto di idee politiche ed opinioni alla mercè dei curiosi.


Facebook è sempre stato al centro del mirino per quanto riguarda la privacy. Attualmente il social network ha semnplificato le procedure per dare maggiore segretezza alle informazioni personali. Si è passati da 50 opzioni tra cui scegliere a 15; tali opzioni si trovano nel menu in alto a destra, sotto la voce "account".

Ad esempio, per nascondere gli amici agli altri bisogna entrare in "bacheca", individuare a sinistra il box degli amici, cliccare sulla matitina disegnata nell'angolo in alto a destra del box, cliccare su "modifica impostazioni di visibilità", cercare la voce "chi può vedere la lista dei miei amici"; sulla destra c'è un bottone con la scritta "tutti"; cliccarci sopra e scegliere l'impostazione che si preferisce (cioè se essere visibile a tutti, agli amici, o anche agli amici degli amici; è possibile anche personalizzare ulteriormente l'impostazione).

Oggi Facebook è utilizzato da quasi mezzo miliardo di persone nel mondo; è un contenitore infinito di informazioni personali degli utenti. Probabilmente i futuri sviluppi del social network, fenomeno relativamente nuovo, presenteranno nuovi problemi di privacy che verranno affrontati di volta in volta, fino a giungere ad una buona regolamentazione, magari normativa. Si colmeranno così le attuali lacune, giungendo ad un giusto compromesso tra la voglia virtuale di socilizzare e la tutela di dati sensibili.

Articolo scritto da babi00 - Vota questo autore su Facebook:
babi00, autore dell'articolo Openbook, Motore Di Ricerca Di Ciò Che è Scritto Su Facebook
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione