Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Pornografia Online: Secondo I Nuovi Studi Il Pericolo Si Chiama 'anoressia Sessuale'


25 febbraio 2011 ore 21:15   di lacronacait  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 951 persone  -  Visualizzazioni: 1923

La società italiana di Andrologia Medica e Medicina della Sessualità (Siams), presieduta dall'andrologo Carlo Foresta, ha segnalato una nuova importante "patologia" che si sta sviluppando in Italia: l'anoressia sessuale.
Pare infatti che, un eccessivo consumo di pornografia online (che di solito inizia nei primi anni dell'adolescenza), possa scatenare sul soggetto in questione problemi di natura fisica e psicologica per quanto riguarda la sfera della sessualità.
Questo caso, riguarda maggiormente ragazzi di un'età compresa tra i 20 ed i 25 anni i quali, non riescono piu' a provare desiderio ne' ad avere un'erezione, anche se non hanno alcun problema fisico.

"Abbiamo pensato di mettere in relazione i dati sulla frequentazione di pornografia online con alcuni disturbi che colpiscono una fascia di eta' molto giovane e sempre piu' frequenti negli ultimi anni" ha spiegato Foresta.
I dati, che si basano su un campione di 28.000 utenti di sesso maschile, sono stati commissionati dalla società scientifica sopracitata ad un'azienda specializzata nell'analisi sul traffico online, in occasione del convegno della Siams ad Abano terme (Padova).


"Dall'analisi - ha detto ancora Foresta - emerge che la frequentazione dei siti pornografici comincia molto precocemente, tra 15 e 16 anni, e avviene quotidianamente anche per 3-4 anni, anche con la possibilita' di una sessualita' attiva online, attraverso le chat".

Pornografia Online: Secondo I Nuovi Studi Il Pericolo Si Chiama 'anoressia Sessuale'

Il dottor Carlo Foresta, ci spiega inoltre come si manifesta l'anoressia sessuale, secondo gli esperti gradualmente: "all'inizio con scarse reazioni ai collegamenti ai siti pornografici, poi con un generale calo di desiderio e alla fine diventa impossibile avere un'erezione".
Dai dati analizzati, risulta anche che, dei circa 27 milioni di utenti Internet, a frequentare i siti pornografici in Italia sono 7,8 milioni, pari al 28,9%.

Articolo scritto da lacronacait - Vota questo autore su Facebook:
lacronacait, autore dell'articolo Pornografia Online: Secondo I Nuovi Studi Il Pericolo Si Chiama 'anoressia Sessuale'
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione