Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Powerpoint, Ci Possiamo Fidare?


19 agosto 2017 ore 19:35   di Francisboy  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 51 persone  -  Visualizzazioni: 56

Un saluto a tutti! Beh non ho detto buongiorno perche non sono affato dell'umore per agurare un buongiorno a nessuno, questo è dovuto a un malware che ho preso mentro cercavo di instruirmi su un capitolo della programazione in Python, ma partimo dall'inizio. Io sono un programmatore e tutti i programmatori sanno che per poter fare delle operazioni hanno bisogno di librerie per semplificare le funzioni del suo programma, per capire come sfruttare le funzionalità delle librerie dobbiamo affidarci alle guide dei programmatori o degli utenti che ne usofruiscono. Durante la ricerca di guide mi trovo in forum dove la discussione era centrata sui vari usi della libreria e in allegato uno degli utenti mette un file di presentazione Powerpoint ovviamente senza pensarci scarico il file e inizio a studiare il contenuto inerente alle mie ricerche, fin qui tutto bene ma quando arrivo alla slide n. 12 mi accorgo che il desktop del computer cambia e il mouse prende vita propria allora vado su command line e scrivo una istruzione per vere a quali servizzi sono collegato e vedo un server con un ip mai visto prima e ho capito subito di essere stato hackerato. vado nella seclist per prima cosa per ricercare un vulnerabilita in power point e finalmente la trovo.

Questo articolo vi spiega come è stato possibile raggirarmi, in modo che nessun'altro gli venga compromesso il proprio dispositivo informatico mentre studia. In pratica viene creato un file PowerPoint il quale ci sarà un contenuto qualunque e dentro questo file ci sara un link (spesso nascosto/invisibile)che si attiva quando andiamo ad aprire il file ".pptx" che scarica un programma da un server diverso e lo apre senza bisogno dell'interazione umana prendendo controllo del dispositivo.


Nella figura 1 vediamo che il file Powerpoint ricordo privo di virus ma che contine un URL che attiva l'exploit, può essere a una persona mediante email per esempio. Nella figura 2 vediamo una volta aperto il file Powepoint scaricherà un file doc e un file exe (in questo caso RATMAN.EXE). Nella figura 3 vediamo che si attiverà il file DOC per poter avvire il virus.

Nella figura 4 vediamo che si attiverà il R.A.T e il nostro dispositivo sarà in mano a gli hacker.

Powerpoint, Ci Possiamo Fidare?

Spero che questa rapida guida vi faccia approfondire l'argomento ma soprattutto l'ho scritta in modo che non cadiate in questi tranelli che la gente mette per far inciampare le persone che non hanno conoscenze del web.

Se l'articolo ti sembra interessante o vuoi farlo conoscere, condividilo!!

Articolo scritto da Francisboy - Vota questo autore su Facebook:
Francisboy, autore dell'articolo Powerpoint, Ci Possiamo Fidare?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:
Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione