Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Virus Informatici: Dalla Creazione Ad Oggi


11 ottobre 2010 ore 16:23   di Zack  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 254 persone  -  Visualizzazioni: 550

Quando Fred Cohen presentò la sua tesi di laurea, nessuno si immaginava che sarebbe riuscito a danneggiare l’industria per 3 miliardi di euro. Nel 1984 pubblicò un manuale dal titolo Esperimenti con i virus per computer, un libro che oggi nessun professore consiglierebbe ai propri studenti. In quel testo descrisse nel dettaglio la struttura di un programma in grado di eseguire dei comandi all’insaputa dell’utente e capace di replicarsi.

È in questo modo che nacque il primo virus informatico. Sono poi trascorsi cinque anni dallo sviluppo del primo software antivirus. Fino alla metà degli anni Ottanta nessuno si allarmava se un file scompariva dall’hard disk: la tendenza era quella di credere che si trattasse di un errore del programma o più semplicemente dell’incuria dell’utente. Solo due anni dopo si scoprì che il virus era polimorfo e in grado di modificare e criptare il proprio codice.


Di conseguenza, molti produttori di antivirus non sono stati in grado di rimanere al passo con i tempi e hanno gettato la spugna. Le poche aziende rimaste hanno dovuto fronteggiare una nuova era, nella quale erano distribuiti dei kit per la creazione di malware, che anche un principiante poteva utilizzare, causando però danni economici per miliardi di euro.

Prima dell’arrivo di internet, per i virus è stato tutt’altro che semplice trovare un modo per diffondersi. In quei tempi l’unico mezzo di propagazione utilizzabile era il floppy disk. L’epoca d’oro per gli hacker è cominciata con la trionfale diffusione di internet. Ora un virus può essere diffuso da qualsiasi luogo: tutto quello che serve è un collegamento al web. La diffusione di internet e delle modalità per confezionare virus ha dato vita a nuovi problemi per le aziende che sviluppano antivirus. Gli esperti studiavano ciascun virus individualmente trovando poi una soluzione per debellarlo. Tale approccio era sostenibile quando si contavano 300 virus quotidiani, oggi però si tratta di affrontare 35.000 nuove varianti ogni giorno.

Virus Informatici: Dalla Creazione Ad Oggi

Il risultato: le aziende che sviluppano antivirus sono state costrette a investire in server con un’elevata potenza di elaborazione e nello sviluppo di software in grado di analizzare automaticamente il codice maligno per rilasciare le signature aggiornate. Oggi, l’analisi di un virus richiede solo un paio di secondi e soltanto in casi estremi interviene personale esperto.

In questi ultimi tempi si è assistito anche al diffondersi di virus per telefoni cellulari e smartphone ma, tuttavia, non è ancora un fenomeno così rilevante, anche se nei prossimi anni le cose potrebbero cambiare drasticamente. Servizi online di sincronizzazione dei dati, come Apple MobileMe e Microsoft Live Mesh, sono il veicolo perfetto per la distribuzione dei virus. A oggi non vi sono ancora soluzioni per una protezione efficace in questi casi.

Anche Fred Cohen, nella sua tesi di dottorato, ha concluso che un sistema è veramente sicuro solo se non può collegarsi alla Rete e ricevere input dall’esterno. Ciò, però, non è assolutamente possibile in tempi in cui non si può fare a meno dei servizi offerti da internet. Non rimane che essere attenti e confidare negli antivirus. L’industria deve continuamente reagire e contrastare le nuovi varianti dei virus per garantire alla comunità dei cybernauti le risorse adeguate per contrastare gli attacchi informatici.

Articolo scritto da Zack - Vota questo autore su Facebook:
Zack, autore dell'articolo Virus Informatici: Dalla Creazione Ad Oggi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione