Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Visa Mastercard E Paypal Sotto Attacco Da Hacker In Difesa Di Wikileaks


9 dicembre 2010 ore 01:06   di 1econ  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 399 persone  -  Visualizzazioni: 673

Oggi il sito www.visa.com era inaccessibile, ed altri siti hanno avuto disguidi e temporanee inaccessibilità a causa di una serie di attacchi di hacker che attraverso il social network Twitter, sotto il nome di Operation PayBack ha "ordinato" il lancio di un nuovo attacco DDos al sito Visa. Il tutto dovrebbe essere inquadrato in un attacco a difesa di Assange, il fondatore di Wikileaks. Recentemente è stato boicottato da Paypal, dalle Poste Svizzere, da Amazon, da Visa e Mastercard, che hanno di fatto bloccato le operatività finanziarie di Wikileaks e del suo fondatore.

Dopo la vicenda che ha reso noto migliaia di documenti riservati, relativi all’”intelligence”(che se fosse realmente un’ intelligence li terrebbe riservati, evidentemente siamo di fronte a una “deficence”), riguardanti rapporti e relazioni internazionali condite di commenti. Questa vicenda ha portato i “poteri forti”, ovvero quella sorta di "mafia dello status quo", a portare al boicottaggio e a forti pressioni su Amazon che ospitava sui suoi server il sito www.wikileaks.org e successivamente all’inasprirsi delle accuse “di violenza sessuale”, che appare più una "pagliacciata" targata Cia anni ’60, che una vera accusa sostanziata.


Immaginiamo per un istante un plurimilionario che violenta due orrende donne, quando si può permettere più escort bellissime e giovani di Berlusconi... Chi crede a cose del genere crede ancora che la terra sia piatta e che se si va oltre lo stretto di Gibilterra si cade nell’universo…

Tutto ciò ha costretto alla consegna Assange a Londra, il quale adesso è oggetto di richiesta di estradizione da parte degli Stati Uniti (per quale motivo?), l’eventuale violenza era stata se commessa in Svezia... Evidentemente chi è al comando di istituzioni colabrodo, fatiscenti e disorganizzate non ci sta a mettere la faccia sul fallimento del loro lavoro. Anche se visti i risultati sarebbe giusto mettessero le loro “chiappe” o la faccia e si dimettessero.

Visa Mastercard E Paypal Sotto Attacco Da Hacker In Difesa Di Wikileaks

Come può un responsabile dei servizi segreti “perdere o farsi scappare” 250.000 documenti segreti? E’ sicuramente un deficiente (mancante), che deve rispondere al mondo del suo deficit. Invece di dimettersi o fare harakiri chiede l’estradizione?

Il gruppo di hacker "Anonymous" autore del cyberattacco contro le società che hanno boicottto Wikileaks hanno dichiarato di essere "in migliaia" nell' 'Operazione Payback' (resa dei conti). Lo hanno rivelato i responsabili del gruppo. "Abbiamo cominciato in pochi, ma ora siamo circa 5000", hanno rivelato, "chiunque sia contro Wikileaks è nel mirino".

Anche se il miglior sistema sarebbe non accettare, nè usare gli strumenti di queste società, che vedrebbero crollare i loro profitti... le loro azioni e i loro dirigenti in pochi mesi... la saga continua...

Articolo scritto da 1econ - Vota questo autore su Facebook:
1econ, autore dell'articolo Visa Mastercard E Paypal Sotto Attacco Da Hacker In Difesa Di Wikileaks
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione