Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Windows 7 - Come Ottimizzare Le Prestazioni Del Nuovo Os Microsoft


30 luglio 2010 ore 10:14   di blackstar  
Categoria Informatica e Internet  -  Letto da 1017 persone  -  Visualizzazioni: 1613

Irrimediabilmente, e a prescindere da quale versione del sistema operativo venga usato, il computer, dopo alcuni mesi di uso regolare, rallenta le operazioni e i caricamenti, quindi, per tenere il pc in forma ed ottimizzato, occorre una manutenzione regolare e non è affatto importante se vi si installano tanti programmi o se lo si tiene "pulito". Il discorso vale per Xp, Vista ed anche per Windows 7, l'ultimo arrivato di casa Microsoft.

Per Windows 7, in particolare, esistono diverse utility e programmi esterni ma si può fare tutto anche senza, con delle modifiche per un pc Windows 7 super veloce. In questa guida ci occuperemo di accellerare Windows 7 e ottimizzare il PC o notebook in modo sicuro con indicazioni valide anche per Xp e Vista. Si tratta di operazioni semplici, che non comportano alcun hack, non richiedono di installare alcun programma esterno e si possono fare in modo sicuro, senza rischi di danneggiare in alcun modo il sistema.


1) Rimuovere i programmi e le caratteristiche Windows non utilizzate.
Quando si acquista un PC o laptop nuovo, molto probabilmente è tutto pre-installato con tanti programmi demo e trial da provare e da acquistare successivamente. Qualsiasi programma installato sul computer consuma risorse di sistema e lo rallenta, e siccome la maggior parte di questi programmi non verrà mai acquistata, conviene rimuoverli.
Per disinstallare tutti i software inutili, basta andare sul Pannello di Controllo > Programmi e funzionalità e , da li, scorrere la lista rimuovendo le applicazioni non usate. Per disinstallare un programma completamente, rimuovendo tutti i file conviene usare un programma esterno che fa un lavoro migliore. Inoltre, dalla stessa finestra, premere il pulsante di sinistra "Attiva o no le funzionalità di Windows" e disattivare quelle non necessarie.

Windows 7 - Come Ottimizzare Le Prestazioni Del Nuovo Os Microsoft

2) Controllare i programmi che partono in automatico quando si avvia il pc.
Le cause più comuni di rallentamento derivano da quei programmi che automaticamente vengono eseguiti all'avvio di Windows e rimangono attivi in background consumando memoria di sistema. A questo punto si può optare per la disinstallazione di tutti i programmi non necessari oppure si può usare un tool che permette di scegliere di disabilitare solo i programmi che non si desidera far partire automaticamente all'avvio, evitando di rimuovere nulla.Un metodo migliore, senza bisogno di usare software esterni, è utilizzare MSConfig, l'utilità di configurazione di sistema.
Dal menu Start, scrivere msconfig sulla casella Esegui oppure nella ricerca ed avviare MsConfig. Nella scheda relativa all'avvio si possono semplicemente disabilitare le esecuzioni automatiche e non farli avviare al boot. Gli utenti più esperti possono invece utilizzare programmi come Autoruns che permette il boot più veloce del computer col pieno controllo di tutti i processi.

3) Regolare gli effetti visuali in base alla potenza del proprio computer.
Se su XP gli effetti grafici sono piuttosto limitati, su Vista e su Windows 7 ce ne sono tanti, tutti molto belli da vedere ma spesso "cannibalizzatori" di memoria. Per regolare gli effetti visivi ed avere migliori prestazioni dal proprio sistema si può accedere, dal Pannello di controllo alla voce "prestazioni del sistema" e scegliere, sulla sinistra della finestra, la regolazione degli effetti visivi.
L'ideale è selezionare subito l'opzione "migliori prestazioni" e, nel caso, abilitare i vari effetti scegliendoli singolarmente dalla lista.

4) Regolare le opzioni di indicizzazione è una operazione importante e molto spesso trascurata.
Windows continuamente indicizza i file presenti sull'hard disk, sarebbe opportuno modificare le impostazioni in modo che gli indici di Windows siano attivi soltanto per le cartelle utilizzate di frequente e non su tutte: Dal Pannello di controllo, cliccare su "Opzioni di indicizzazione" e, nella lista, selezionare le cartelle importanti, disattivando la ricerca in cartelle che non vengono aperte quasi mai.
Si può disabilitare Windows Search dai servizi (Start > Esegui > services.msc) e usare un miglior programma, più veloce, per le ricerche di file sul computer.

5) Regolare le impostazioni di energia.
La gestione dell'energia, per impostazione predefinita in Windows 7, è Bilanciato, in modo che ci sia un po' di risparmio energetico sacrificando leggermente le prestazioni. Se non si è interessati all'uso della batteria sul portatile e se si preferisce accellerare Windows piuttosto che consumare meno energia, si può modificare l'impostazione dal Pannello di controllo, sulle Opzioni risparmio energia.

6) Disattivare i suoni di sistema (tipo quello, fastidioso, di avvio) è possibile dal Pannello di Controllo -> Audio -> Scheda suoni.
Nel menu a tendina, si può scegliere Nessun suono. Questo chiaramente non è che migliora più di tanto le prestazioni di Windows ma per i "fissati" della velocità può essere un buon consiglio. Si puntualizza che disattivare i suoni di sistema non spegne l'audio del computer mentre si naviga su internet, sulla musica e sui film.

7) Disattivare i servizi di Windows non indispensabili è forse il punto più importante per ottimizzare Windows 7, anche se soltanto per esperti. I Servizi di Windows sono eseguiti in background e forniscono funzioni necessarie al computer.
Tuttavia, molti utenti non hanno bisogno di tutti i servizi e, dal momento che ciascuno di essi consuma risorse di memoria e di CPU, si possono disattivare: Dal menu Start, su Esegui o su cerca scrivere services.msc.
Ogni servizio può essere impostato su Automatico (avvio automatico al boot), Manuale (inizio quando necessario), o disabilitato. Fare attenzione a cosa si sta facendo ed utilizzare le impostazioni estreme solo se si è convinti e si conosce cosa comporta (si sconsiglia fortemente ai meno esperti). Se risulta evidente, dal task manager, che svchost.exe consuma molta cpu, controllare quale servizio ne è responsabile e, se possibile, disattivarlo.

8) Altri suggerimenti per migliorare le prestazioni sono:
- Accellerare il caricamento delle cartelle con video e immagini senza ricaricare ogni volta la cache.
- Utilizzare ReadyBoost con una penna USB.
- Usare un Registry Cleaner come CCleaner, frequentemente.
- Utilizzare un buon antivirus come il gratuito Microsoft Security Essentials.
- Riavviare Windows 7, almeno una volta alla settimana nel caso si usi spesso l'ibernazione.
- Deframmentare l'hard disk almeno una volta al mese.
- Disattivare le voci non usate dai menu contestuale che escono col tasto destro.
- Consultare la lista dei programmi migliori per un pc veloce
- Vedere la soluzioni a 13 problemi noiosi e fastidiosi tipici.

Ultimo consiglio, e per ogni evenienza, è quello di seguire gli appositi forum di discussione, nei quali è possibile trovare argomenti relativi a qualsiasi tematica, e spesso basta fare la domanda giusta per ottenere la risposta migliore. e Gratuita.

Articolo scritto da blackstar - Vota questo autore su Facebook:
blackstar, autore dell'articolo Windows 7 - Come Ottimizzare Le Prestazioni Del Nuovo Os Microsoft
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Informatica e Internet
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione