Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Alcuni Piccoli Consigli Pratici Sullo Svezzamento


20 ottobre 2011 ore 08:28   di vadiluc  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 358 persone  -  Visualizzazioni: 659

Lo svezzamento (o divezzamento) è una tappa molto importante nella vita dei bambini.
Questo momento per molti neo-genitori è fonte di interrogativi. Quando iniziare, quali sono gli alimenti che mio figlio può mangiare?
Lo svezzamento solitamente inizia intorno al 5°-6° mese di vita; il latte smette di essere così l’alimento esclusivo del bambino, che con il passare del tempo, necessita di maggiori calorie e di alimenti ricchi di proteine e ferro.

La prima pappa solitamente consiste in un brodo vegetale a cui vengono aggiunte la farina di riso o di mais e tapioca, un cucchiaino d’olio e la carne. Generalmente all’inizio dello svezzamento è preferibile usare gli omogeneizzati o i liofilizzati di carne, in quanto più facilmente digeribili; in seguito si potrà utilizzare la carne di macelleria.


Per la preparazione del brodo vegetale, inizialmente si usano solo le patate, le zucchine e le carote; le verdure vengono bollite nell’acqua e poi passate. Successivamente potranno essere inseriti altri tipi di verdure. Si raccomanda di provare sempre un tipo di alimento nuovo per volta, in caso dovessero sorgere delle forme allergiche. Da evitare le cipolle, le verze e i cavoli, dal sapore amaro.
Il brodo va conservato in frigo non più di 24 ore, altrimenti può essere congelato e utilizzato quando serve.

Se il bambino risponde bene allo svezzamento, dopo circa 2-4 settimane può essere introdotta la seconda pappa serale. Abitualmente in questo pasto la carne viene sostituita dal formaggio, ricco di proteine e calcio. Si possono utilizzare sia i formaggini in vasetto sia quelli stagioni (parmigiano o grana padano) che sono particolarmente digeribili.
Il sale, nel primo anno di vita del bambino, andrebbe evitato perché potrebbe causare un eccessivo lavoro dei reni del bambino.
Per quanto riguarda la frutta, solitamente si inizia con mele e pere e solo successivamente vengono introdotte le prugne e le banane.
Dopo l’8° mese potranno essere introdotti gradualmente il pesce, l’uovo (solo il tuorlo in quanto l’albume molto spesso è causa di allergie) e i legumi.

E’ possibile che il bambino rifiuti le prime pappe e non accetti questo nuovo modo di mangiare.
Bisogna avere pazienza e capire che è molto importante rispettare i ritmi del piccolo, lasciarlo abituare lentamente a questa novità e non sforzarlo inutilmente.

Articolo scritto da vadiluc - Vota questo autore su Facebook:
vadiluc, autore dell'articolo Alcuni Piccoli Consigli Pratici Sullo Svezzamento
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione