Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Allarme Antibiotici


20 gennaio 2010 ore 18:01   di loris  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 452 persone  -  Visualizzazioni: 786

L'Aifa, Agenzia italiana del farmaco, ha lanciato un allarme: gli italiani sono al primo posto in Europa per consumo di antibiotici.
La stessa agenzia evidenzia che l'uso inappropriato degli antibiotici provoca esattamente l'effetto contrario e cioè i batteri che lo stesso antibiotico deve combattere diventano più resistenti e si trasformano rendendo vana l'azione del farmaco stesso.
L'Agenzia denuncia il fatto che ogni giorno 1 milione e mezzo di italiani assume antibiotici, nella fattispecie il 60% dei casi il farmaco è assunto per curare malattie come raffreddore o influenza che sono provocate da VIRUS no da Batteri, quindi a tutti gli effetti il loro uso è INUTILE e CONTROPRODUCENTE.

Allora gli antibiotici vanno utilizzati solo se necessari e sotto prescrizione medica, e una volta iniziato il trattamento non va interrotto.


L'antibiotico più importante è la Penicillina ( usata per combattere molte infezioni causate da batteri) e dopo questa ne sono stati inventati di centinaia di nuovi.
Già dopo l'introduzione massiccia degli antibiotici, i medici notarono una sempre maggiore resistenza di taluni batteri contro gli antibiotici creati per combatterli (i così detti SUPERMICROBI), rendendo necessario la somministrazione di un antibiotico diverso e più potente.
Questo ha creato negli ultimi decenni un circolo vizioso, alla ricerca di sostanze farmaceutiche sempre più potenti, creando un vero e proprio problema di salute pubblica.

Come non pensare,(pensare male chiaramente!) che alcune morte sospette non sia dovute a questa mutazione di BATTERI difficilmente controllabile e a questo punto inarrestabile...!

Articolo scritto da loris - Vota questo autore su Facebook:
loris, autore dell'articolo Allarme Antibiotici
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione