Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Benessere In Gravidanza: Gli Esercizi Di Kegel Per Il Pavimento Pelvico


22 gennaio 2011 ore 16:38   di pennettainformata  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 763 persone  -  Visualizzazioni: 1349

Il pavimento pelvico è quell’insieme di muscoli, tessuti e legamenti, situati alla base dell’addome, che delimitano l’apparato urinario e riproduttivo sostenendo vescica, utero e intestino. La parte più esterna si chiama perineo e va dalla vescica al retto. Allenare questa zona è di fondamentale importanza in ogni fase della vita, ma lo diventa ancor di più durante la gravidanza quando il peso del feto può comportare un rilassamento del pavimento pelvico e causare delle forme di incontinenza urinaria da sforzo (l’incapacità cioè di trattenere l’urina a seguito ad esempio un colpo di tosse, uno starnuto o un esercizio fisico).

Un buon tono dei muscoli del pavimento pelvico è importante per le donne di tutte le età e può essere ottenuto con dei semplici esercizi da svolgere quotidianamente. Per le gestanti è bene iniziare quanto prima per far fronte al peso crescente del nascituro e continuare già da subito dopo il parto (anche nel caso di cesareo, non vi è alcuna controindicazione) .


Conosciuti come esercizi di Kegel, dal nome del ginecologo ideatore, gli esercizi per il pavimento pelvico consistono nel praticare delle serie di piccole contrazioni volontarie intervallate da periodi di rilassamento. Nello specifico si consigliano solitamente dieci contrazioni della durata di cinque secondi l’una con un rilassamento a seguire di dieci secondi. La contrazione deve essere indirizzata verso l’alto (e non spingendo verso il basso) e senza trattenere il fiato ma respirando normalmente. È consigliabile eseguire l’allenamento a vescica vuota ed è necessario per la loro efficacia non irrigidire insieme ai muscoli pelvici anche quelli superficiali cioè pancia, glutei e cosce.

Poiché la difficoltà maggiore consiste nell’individuare la zona esatta da contrarre, è consigliabile provare ad interrompere per pochi secondi il getto di urina durante la minzione. Questo permetterà di sentire esattamente il tipo di contrazione su cui esercitarsi ed individuare quali sono i muscoli giusti da coinvolgere. Nel contempo si riuscirà a capire il proprio livello di controllo sull’urina che già in gravidanza potrebbe essere meno efficace del normale provocando una forma di incontinenza urinaria più o meno grave. L’interruzione del getto di urina deve servire esclusivamente ad individuare i muscoli interessati (essendo proprio quelli che consento di bloccare il getto) ma non deve essere utilizzato come esercizio in quanto potrebbe comportare un incompleto svuotamento della vescica.

Se gli esercizi vengono svolti quotidianamente, dopo qualche tempo si noteranno già i primi risultati in termini di controllo delle urine anche in casi di sforzo improvviso (come dicevamo poco fa un colpo di tosse appunto). Se non si riesce ad individuare i muscoli giusti, o non si riesce ad eseguire gli esercizi, è sempre consigliabile rivolgersi ad un esperto che possa fornire maggiori informazioni e valutare la propria specifica condizione programmando un piano di esercizi ad hoc.

Poiché non solo la gravidanza è responsabile dell’indebolimento del pavimento pelvico, ma anche gli eccessivi sforzi nel sollevare pesi, la tosse o il raffreddore cronici e ovviamente anche l’età, gli esercizi dovrebbero diventare una regolare abitudine che si protrae nel tempo per prevenire i casi di incontinenza urinaria. Per le gestanti eseguire quotidianamente gli esercizi consentirà di arrivare al parto con una migliore preparazione fisica e ridurre i rischi di lacerazioni o episiotomia (taglio nella zona del perineo effettuato in fase espulsiva). Nel post parto sarà poi più facile e veloce recuperare il tono muscolare.

Essendo un tipo di allenamento che non necessita di alcuna preparazione, nè tantomeno di attrezzature, può essere svolto in qualsiasi momento e in ogni luogo (ad esempio mentre si aspetta l’autobus). Un piccolo sforzo quindi che può dare grandi risultati.

Articolo scritto da pennettainformata - Vota questo autore su Facebook:
pennettainformata, autore dell'articolo Benessere In Gravidanza: Gli Esercizi Di Kegel Per Il Pavimento Pelvico
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione