Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Disturbi In Gravidanza: La Preeclampsia


6 marzo 2011 ore 15:43   di pennettainformata  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 585 persone  -  Visualizzazioni: 965

La preeclampsia è un pericoloso disturbo che può presentarsi durante la gravidanza. Si manifesta con pressione arteriosa alta (uguale o maggiore a 140/90 mm Hg) o con l’innalzamento improvviso della stessa (di almeno 30 mm Hg la minima e 15 mm Hg la massima) accompagnato da un’anomala concentrazione di proteine nelle urine (proteinuria) e da gonfiori in diverse parti del corpo (edema) quali soprattutto le caviglie e le mani.

In genere si manifesta dopo la ventesima settimana di gestazione e se non viene diagnosticata e trattata per tempo può causare danni gravi sia alla madre che al nascituro fino a sfociare nell'ancor più pericolosa eclampsia con rischi ancora più seri.


La malattia, in genere conosciuta come gestosi anche se il termine non viene più usato scientificamente, può essere facilmente riconosciuta durante la gravidanza attraverso i controlli a cui la gestante si sottopone. Innanzitutto attraverso la misurazione della pressione, che dovrebbe avvenire almeno una volta al mese, e gli esami delle urine. Indispensabile è anche segnalare al proprio medico eventuali disturbi quali mal di testa o di stomaco e disturbi visivi oltre che anomali gonfiori degli arti, essendo questi i segnali più evidenti della malattia.

Disturbi In Gravidanza: La Preeclampsia

La preeclampsia è la condizione che precede l'eclampsia vera e popria, la quale si può presentare con mal di testa, dolori addominali, vomito, e, nei casi più gravi, perdita di conoscenza e crisi di tipo epilettico. Le conseguenze per il feto vanno dai disturbi circolatori renali o placentari al ritardo dell'accrescimento, fino a conseguenze molto gravi. Il disturbo va quindi preso molto seriamente.

Poiché ad oggi sono noti soltanto i fattori di rischio ma non metodi di prevenzione sicuri, la cosa migliore è effettuare durante la gravidanza tutti i controlli con la frequenza indicata dal proprio medico (misurazione della pressione ed esami delle urine) in modo da intervenire per tempo nel caso la malattia si manifestasse. Fattori di rischio, nella madre, ad oggi conosciuti sono obesità, trombofilia, ipertensione e malattie cardiovascolari preesistenti oltre che più raramente precedenti familiari.

L’unico vero rimedio è considerato il parto. Per questo se la malattia si presenta intorno alla 34° settimana di gravidanza si sceglie di far nascere il bambino. Se invece si presenta prima si cerca di tenerla sotto controllo il più a lungo possibile per permettere al feto di completare il suo sviluppo. Di solito la mamma viene fatta riposare a casa e tenuta sotto controllo con visite e somministrazione di farmaci che non comportino rischi per il bebè. Nei casi più gravi si procede al ricovero in modo da intervenire con il parto non appena si renda indispensabile.

In Italia l’incidenza di tale malattia è di circa l’1% delle gravidanze ed è associata più che all’obesità della madre a trombofilia (difetto di coagulazione del sangue). Poiché però nel nostro paese spesso si manifesta precocemente, questo aumenta il rischio di parti prematuri con rischi per il bambino se non ancora completamente formato.

L'unico vero metodo per limitare i rischi per mamma e bambino è dunque quello di seguire diligentemente il calendario di controlli indicato dal proprio medico senza sottovalutare eventuali sintomi che dovessero manifestarsi.

Articolo scritto da pennettainformata - Vota questo autore su Facebook:
pennettainformata, autore dell'articolo Disturbi In Gravidanza: La Preeclampsia
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione