Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

L' Estate Aumenta I Disturbi Del Sonno: Scopriamo Come Limitarli


3 luglio 2011 ore 19:38   di inspired  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 336 persone  -  Visualizzazioni: 637

L’estate è notoriamente la stagione in cui si dorme meno e le cause sono diverse: l’afa, le zanzare, i condizionatori, le serate brave. Lo scarso riposo notturno finisce per provocare vari problemi di salute che riguardano i disturbi del sonno, la stanchezza cronica, l’inappetenza, l’eccessiva sudorazione, la pressione, la disidratazione e problemi respiratori di varia natura.

Quando si dorme male, tutta la giornata ne risente e veniamo colti da irritabilità, calo del desiderio sessuale, sonnolenza, difficoltà di concentrazione e il tutto si traduce in una scarsa produttività lavorativa e in una insoddisfacente vita di coppia.


Ci sono però persone che lamentano disturbi del sonno non solo in estate ma durante tutto l’anno. Il fenomeno del sonno è piuttosto complesso e tutt’altro che statico, infatti mentre dormiamo è in corso un’attività motoria molto intensa che riguarda in particolare il movimento degli arti. Per risolvere i problemi legati all’insonnia è buona norma curare la qualità dell’ambiente in cui dormiamo e regolare lo stile di vita e l’alimentazione.

Tra i molteplici disturbi del sonno, denominati “parasonnie”, analizziamo i più noti. Il “sonnambulismo” si verifica quando il sonno è più profondo, nelle prime due o tre ore, e in genere consiste nel camminare ma spesso ci si siede semplicemente sul letto parlando. Il “pavor notturno” provoca una sensazione di forte oppressione sul torace. La “sindrome delle gambe senza riposo” si manifesta con formicolii o crampi agli arti inferiori e sono tanto forti da costringere chi ne è affetto ad alzarsi e camminare. Le “apnee ostruttive” sono lunghe interruzioni respiratorie che fanno si dormire per molte ore ma senza un adeguato riposo; chi ne soffre ha una qualità della vita molto scarsa poiché si sente confuso, ha spesso mal di testa, si addormenta anche quando parla o guida ma, cosa più grave, è soggetto ad infarto a causa dell’aumentato battito cardiaco provocato dalla mancanza di ossigeno.

Per limitare i problemi legati al sonno si possono adottare alcune regole che devono essere rispettate costantemente: la stanza in cui si dorme non deve ospitare televisore o computer e deve essere sufficientemente buia, silenziosa e con adeguata temperatura; evitare di assumere, soprattutto a ridosso della sera, bevande o alimenti con caffeina e simili come caffè, the, coca-cola e cioccolato; evitare di bere in ore serali alcolici e superalcolici; non consumare pasti serali ipercalorici; evitare il fumo in ore serali; evitare, prima di coricarsi, l’esercizio fisico consigliabile invece nel tardo pomeriggio; cercare di coricarsi e di alzarsi in orari regolari.

L' Estate Aumenta I Disturbi Del Sonno: Scopriamo Come Limitarli

L' Estate Aumenta I Disturbi Del Sonno: Scopriamo Come Limitarli

Articolo scritto da inspired - Vota questo autore su Facebook:
inspired, autore dell'articolo L' Estate Aumenta I Disturbi Del Sonno: Scopriamo Come Limitarli
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione