Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Igiene E Rispetto Delle Regole Per Una Maggiore Sicurezza Alimentare


29 luglio 2011 ore 21:53   di inspired  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 385 persone  -  Visualizzazioni: 634

Mucca pazza, influenza aviaria ed ora l’infezione tedesca da Escherichia coli. Spettri che periodicamente si affacciano nella nostra esistenza facendo crollare il consumo di determinati prodotti e provocando allarmismi e timori di contagi. Situazioni difficili da controllare al loro verificarsi, per questo dobbiamo cercare di prevenirle rispettando le più comuni regole di igiene e adeguando i nostri comportamenti sia a livello individuale che collettivo.

L’ultima peste, in ordine cronologico, è scoppiata in Germania dove centinaia di persone sono state colpite da diarrea emorragica e da insufficienza renale. Le prime indagini rivolte alla scoperta del colpevole, condussero erroneamente sulla pista dei cetrioli spagnoli per poi concentrarsi sui germogli di soia e, soprattutto in Francia, sugli hamburger preconfezionati.


Ma cosa sono gli Escherichia Coli? Sono dei batteri presenti nella flora intestinale, in genere innocui ma che in alcuni ceppi possono assumere caratteri di virulenza provocando una semplice diarrea negli adulti e complicanze più o meno gravi, come la Seu (sindrome emolitico uremica), nei bambini.

La tossina pericolosa per l’uomo si trova nell’intestino dei ruminanti, per questo motivo l’infezione può avere origine dal consumo di carne poco cotta o latte non pastorizzato ma un altro alimento considerato a rischio è il germoglio che spesso viene consumato crudo aumentando così il rischio di contaminazione.

Un consiglio che si può dare ai consumatori è quello di curare molto l’igiene lavandosi accuratamente le mani ogni volta che si maneggia il cibo e di lavare il cibo stesso sbucciandolo quando possibile, tenendo però sempre in considerazione che il rischio zero non esiste e che per ridurre il livello di rischio non basta il nostro comportamento ma occorre anche un certo rigore da parte di chi ha coltivato gli alimenti o allevato il bestiame. Esistono comunque alimenti con diversi livelli di rischio: per esempio preferire il latte pastorizzato al latte crudo e cuocere bene la carne mentre andrebbero consumati con prudenza altri alimenti come i germogli e le ostriche.

Igiene E Rispetto Delle Regole Per Una Maggiore Sicurezza Alimentare

Articolo scritto da inspired - Vota questo autore su Facebook:
inspired, autore dell'articolo Igiene E Rispetto Delle Regole Per Una Maggiore Sicurezza Alimentare
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Andrea
    #1 Andrea

Ciao, volevo segnalare che sul sito http://www.milkmaps.com è disponibile l'elenco e la mappa di tutti i ditributori di latte crudo alla spina presenti in Italia.

Inserito 31 luglio 2011 ore 10:14
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione