Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Tentazione Chirurgia Plastica: Quasi Quasi Mi Rifaccio


4 aprile 2011 ore 16:57   di KungFuGirl  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 2116 persone  -  Visualizzazioni: 4067

Chissà se arriveremo mai, anche noi esseri umani, a parlare di noi stessi come parliamo delle nostre automobili e a sottolineare che abbiamo “solo pezzi originali”? Un’alzatina allo zigomo, una ritoccatina alle odiate “zampe di gallina”, una piccola levigata a quel setto nasale così importante… e poi ci sono naturalmente gli interventi per aumentare la misura del proprio seno, quella piccola liposuzione per sciogliere e togliere di mezzo la “buccia d’arancia” che altrimenti non se ne va eccetera, eccetera, eccetera.

Forse tra qualche anno sarà davvero raro trovare qualcuno che si conservi 100% originale, così come Madre Natura l’ha progettato, senza nessun aiuto piccolo o grande da parte del bisturi o, almeno, del botox. Chi lo sa? L’andamento sembra essere proprio questo, almeno a giudicare dal libroAppena ho 18 anni mi rifaccio – Storie di figli, genitori e plastiche” e dalle liste d’attesa in cliniche specializzate in interventi sul genere “Nip/Tuck”.


Certo, a volte resistere alla tentazione del “ritocchino” è proprio difficile: la società odierna ci propone come modello vincente soltanto il fisico scultoreo ed eternamente giovane; le presentatrici televisive ultracinquantenni vantano un viso ed un decolté da ventenni perenni; gli uomini politici non esitano a ricorrere a trapianti di capelli e levigatine al volto; invecchiare è proibito.

C’è, però, chi eccede. Come nel caso della modella Sheyla Hershey che, quando ha dovuto rinunciare alle sue protesi di mastoplastica a causa di un’infezione, ha tentato il suicidio. O come Pete Burns, voce dei “Dead or Alive”, che spopolarono negli anni ’80 con la loro “You spin me round (like a record)". Ormai più noto per aver partecipato all’edizione inglese del “Grande Fratello” col suo carattere rissoso e poco incline alla conciliazione, Pete Burns è un autentico sostenitore della chirurgia estetica e, nel corso degli anni, ha letteralmente trasformato il proprio viso, rendendolo una grottesca maschera di se stesso e, alla fine dello scorso anno, aveva dichiarato “Cambiare la mia faccia è come comprare un nuovo divano”. Le immagini della trasformazione le vedete qui sotto. Personalmente, mi tengo tutti i miei pezzi originali e, se proprio non so come spendere, compro un sofa nuovo di zecca.
La Tentazione Chirurgia Plastica: Quasi Quasi Mi Rifaccio La Tentazione Chirurgia Plastica: Quasi Quasi Mi Rifaccio

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo La Tentazione Chirurgia Plastica: Quasi Quasi Mi Rifaccio
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione