Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Non Per Forza Vegetariano


13 gennaio 2014 ore 17:32   di Alediz  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 406 persone  -  Visualizzazioni: 820

La continua diffusione dei vegetariani dimostra che la sensibilizzazione degli utlimi tempi, fatta di video ed articoli sull'atroce trattamento degli animali al macello, sta facendo il suo effetto. Generalmente la presa di coscienza arriva quando la persona si rende conto dell'egoismo dell'essere umano nei confronti degli altri esseri viventi presenti sul nostro pianeta.

Come in moltissime altre circostanze un grande errore da parte degli uomini viene seguito da due comportamenti opposti da parte della massa popolare, arrivando a creare confusione in una situazione delicata che riguarda l'equilibrio del nostro ecosistema.


In un mondo in cui qualcuno se ne frega e qualcun'altro ci si intestardisce troppo, credo sia importante riflettere sul fatto che la verità, come al solito sta nel mezzo e senza strane prese di posizione si può migliorare il mondo in cui viviamo.

Il consumo di carne è arrivato, nell'epoca del consumismo, ad un livello inaccettabile. Questo è dovuto al fenomeno delle grandi distribuzioni e delle stupide abitudini. Carne ovunque, fast food, wurstel, pancetta e salamini in scatola. Ma qual'è il senso di tutto questo?

Questo fenomeno porta i produttori a dover fornire quantità immense di carne. Dovendo per forza di cose sacrificare la qualità del loro prodotto e il trattamento dell'animale. Portando a condizioni estreme come mostrano alcuni video presenti sul web.

Non è necessario eliminare la carne dalla nostra dieta. E' sufficiente un atteggiamento ragionevole nel momento in cui la si consuma. Ha senso che delle vite vengano sacrificate per portarmi dei salamini in scatola? Ha senso una produzione che fa danni all'uomo e all'ambiente per poter avere carne in ogni momento?

Bisogna ridurre il consumo di carne e comprendere che non lo stiamo facendo per sensibilità ma perchè non c'è un aspetto della cosa che non venga rovinato da un consumo eccessivo e stupido di tale risorsa e che ci sono delle alternative che non sono affatto un sacrificio.

La carne deve diventare di consumo occasionale e soprattutto deve rimanere un piacere. Ci sono cereali e legumi che sostituiscono nutrizionalmente la carne e che richiedono processi produttivi meno costosi, meno inquinanti e più salutari per il nostro corpo. La vera difficoltà è spezzare un circolo di abitudini e di vizi quotidiani in cui la carne viene data per scontata. L'ignoranza di chi mangia le cose semplicemente annusandole e non informandosi sulla provenienza e sull'impatto ambientale di quello che sta consumando.

La bistecca della domenica, la grigliata con la famiglia, un crudo di Parma: questa è carne che non deve mancare da chi vuole gustare a pieno i sapori che il mondo ci offre. Ridurne il consumo non è una scelta dei vegetariani, ma una scelta di chi veramente apprezza tale alimento e non lo vuole rovinare.

Informatevi

Articolo scritto da Alediz - Vota questo autore su Facebook:
Alediz, autore dell'articolo Non Per Forza Vegetariano
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione