Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Possiamo Curare La Cistite Anche Con Sostanze Naturali


20 gennaio 2013 ore 15:10   di francescapaolillo  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 521 persone  -  Visualizzazioni: 1178

La cistite è l’infiammazione acuta o cronica della vescica urinaria e si manifesta con bisogno frequente di urinare, minzione bruciante, sensazione di incompleto svuotamento della vescica, dolore al basso ventre ed emissione di urine torbide con tracce di sangue, a volte accompagnata da febbre. Tutti possiamo essere colpiti da questo disturbo, anche da bambini, ma nel 65 per cento dei casi ad esserne affette sono le donne, in quanto la via di risalita degli agenti patogeni dalla zona urogenitale è costituita dall’uretra, canale che nell’uomo si presenta tre volte più lungo che nella donna.

In una persona sana il sistema immunitario è in grado di decimare i batteri provenienti dall’intestino che tendono ad aggredire le mucose della vescica per aderire alle sue pareti, ma molteplici fattori possono intervenire per indebolire le nostre difese. I fattori di rischio più frequenti sono principalmente la predisposizione genetica, il diabete, i colpi di freddo, la stitichezza, l’uso di indumenti attillati e l’eccessivo lavaggio delle zone genitali esterne. Nella donna predisponente è anche la menopausa, nell’uomo le patologie della prostata.


La prima volta che crediamo di essere affetti da cistite dobbiamo rivolgerci al medico di base che ci prescriverà una urinocoltura con antibiogramma per stabilire quale sia il tipo di antibiotico più efficace per stroncare l’infezione. Oltre all’antibiotico occorre assumere un antispastico per ridurre la contrazione della mucosa vescicale e bere molta acqua per tenere pulito l’uretere. Se la cistite diventa recidivante l’uso continuato di antibiotici può far insorgere altre patologie tipo la candida indebolendo sempre più le nostre difese immunitarie. In questo caso la natura ci viene in soccorso con alcuni rimedi di comprovata efficacia.

È noto da tempo che i frutti di cranberry o mirtillo rosso inibiscono l’adesione dei microrganismi patogeni alla mucosa della vescica e modificano la composizione chimica dell’urina rendendola inospitale ai batteri tipo escherichia coli. Questo rimedio si trova sotto forma di integratore alimentare e non va assunto contemporaneamente al Warfarin (anticoagulante).

Il karkadè estratto dai fiori di ibisco compie invece un’azione antiossidante, diuretica e antisettica riuscendo a combattere efficacemente oltre ai batteri anche la candida. È consigliabile berlo sotto forma di tisana per tre volte al dì, evitando di assumerlo in gravidanza e allattamento.

Per finire, l’astragalo noto per le sue proprietà immunitarie è sicuramente efficace anche per prevenire cistiti recidivanti. Si assumono 350 gr dell’estratto secco della sua radice per 3 volte al dì.

Articolo scritto da francescapaolillo - Vota questo autore su Facebook:
francescapaolillo, autore dell'articolo Possiamo Curare La Cistite Anche Con Sostanze Naturali
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Adele
    #1 Adele

Mi permetto di descrivere la mia esperienza. Ho sofferto di cistite recidivante per 4 anni di fila. Ho preso mirtilli ed antibiotici sempre mirati in base all'antibiogramma anche come profilassi per 6 mesi tutti i giorni. Purtroppo non ho mai risolto nulla. Anzi, peggioravo di anno in anno non solo a livello vescicale, ma anche intestinale e vaginale instaurando un potente circolo vizioso che sono riuscita a spezzare solo quando paradossalmente ho smesso di assumere antibiotici. I mirtilli, la vitamina c e tutti i prodotti acidificanti han fatto sì che il quadro peggiorasse sempre di più (era come mettere del succo di limone su una ferita aperta: l'infiammazione aumentava ulteriormente anche se non avevo più batteri). Contemporaneamente ho cominciato ad assumere d-mannosio (uno zucchero naturale che si attacca ai batteri impedendogli di attaccarsi alla vescica), fermenti lattici vaginali (per ripristinare la flora batterica locale, prima difesa che una donna ha contro il passaggio dei batteri dall'ano all'uretra) ed orali (per ripristinare la flora intestinale rovinata anch'essa dalle terapie antibiotiche), ho eliminato ogni detergente intimo (che alterava il ph vaginale e non faceva altro che asportare le secrezioni vaginali contenenti la poca flora batterica residua ed importanti sostanze difensive) e ho buttato sia i salvaslip che gli assorbenti sintetici che non permettevano alla pelle di traspirare creando l'umidità ideale per la proliferazione batterica e micotica (quindi peggiorando le perdite per le quali mettevo il salvaslip!). Da allora (6 anni) non ho avuto più nulla! Fondamentale per la mia guarigione è stato un forum che mi ha aiutato tantissimo, un forum autonomo in cui le donne affette da cistite si uniscono e si supportano per un aiuto concreto reciproco. Se posso mi permetto di lasciare il link: http://cistite.info/forum/index.php

Inserito 23 gennaio 2013 ore 21:52
 

Sicuramente è difficile eradicare una cistite cronica che probabilmente nel tuo caso era associata a carenze di flora batterica sia intestinale sia vaginale. Anche l'uso di detergenti intimi aggressivi, di indumenti stretti e sintetici e l'eccessivo consumo di zuccheri e alcool vanno evitati. Sono contenta che finalmente tu sia guarita!

Inserito 24 gennaio 2013 ore 09:12
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione