Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Quel Dolore Insopportabile Al Piede ?


28 agosto 2010 ore 07:36   di Tiziana  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 555 persone  -  Visualizzazioni: 990

L’alluce valgo, espressione che designa la deviazione verso l’interno del primo metatarso, è un disturbo prevalentemente bilaterale che colpisce maggiormente le donne intorno al cinquantesimo anno ma può presentarsi a qualunque età; la nota conseguenza fisica è costituita dalla formazione di quella che tutti noi chiamiamo “cipolla”,”patata” o “nocetta” a seconda della regione di provenienza, accompagnata da un dolore più o meno forte chiamato metatarsalgia. Condizioni predisponenti all’insorgenza dell’alluce valgo sono la familiarità (figli di persone afflitte dal disturbo ne sono maggiormente predisposti), il piede piatto (i piedi non si appoggiano come dovrebbero e la sollecitazione del primo metatarso è maggiore del dovuto), l’obesità poiché un aumento del carico determina uno squilibrio a livello del piede deformando le dita e facendo acquistare loro la nota forma uncinata (le “dita a martello”).

Tra gli altri fattori concorrenti rientrano le asimmetrie della schiena e gli sport mal praticati, comprendendo tra questi la danza, in particolare quella classica; le scarpe, tanto condannate fino a poco tempo fa, non sono altro che una concausa della metatarsalgia, ciò significa che tacchi e scarpe a punta non possono da sole generare l’anomalia.


Partendo dal presupposto che non esiste un solo caso possibile di alluce valgo, solo la chirurgia è risolutiva e viene presa in considerazione in funzione del dolore: i plantari, infatti, sono dei palliativi e i divaricatori non sono utili per correggere il disturbo; l’importante è risalire adeguatamente alla causa dopo un’accurata anamnesi affinchè il problema non si ripresenti.

La tecnica utilizzata è l’osteotomia, sotto anestesia tronculare (particolare tipo di anestesia locale tramite la quale l’arto viene addormentato tramite dei cateteri con effetto durevole fino a 48 ore dopo l’operazione) e si effettua il taglio dell’osso sopra la sporgenza: la testa della “cipolla” viene dislocata per ridurre la pressione con il tomaio della scarpa e si stabilizza il dito con un filo metallico in acciaio inox da tenere per quattro settimane; tra la fine dell’operazione e la rimozione del filo sono da seguire alcune raccomandazioni come camminare il meno possibile con scarpe apposite che permettono di appoggiare solo il retropiede e non guidare. Rimosso il filo si possono indossare delle scarpe comode e si può svolgere dell’attività fisica in maniera moderata e graduale.

Ma si può prevenire l’alluce valgo? Diciamo che può essere utile indossare il più possibile delle scarpe comode variando spesso l’altezza dei tacchi o delle zeppe, tenere sotto controllo il peso corporeo, evitare i movimenti scorretti e dedicare ai piedi un po’ di attenzione ogni sera: quando ormai sono liberi dalle scarpe massaggiarli, magari dopo un bel pediluvio!

Articolo scritto da Tiziana - Vota questo autore su Facebook:
Tiziana, autore dell'articolo Quel Dolore Insopportabile Al Piede ?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione