Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Rapporti A Rischio: Quando Preoccuparsi Se Il Ciclo E' In Ritardo?


3 marzo 2011 ore 14:15   di spaziovendita  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 6924 persone  -  Visualizzazioni: 9989

I giorni passano, il ciclo non arriva e una certa inquietudine si impadronisce di te, diventando pian piano un pensiero fisso: “Sarò mica incinta?”
Chiedendotelo e basta, però, sarà difficile scoprire la verità, a meno che tu non sia un’indovina. Molto meglio rifletterci bene, per capire se è il caso di preoccuparti sul serio e comunque cosa puoi fare per sapere quale sia realmente la situazione.

Niente rapporti completi, don’t worry, be happy! Anche se non averne avuti può dispiacere, dal punto di vista di una possibile gravidanza è una bella fortuna. Infatti con il solo petting (ovvero baci e carezze “lì”) non si resta incinte. Attenzione però: se nell’accarezzarlo ti sei sporcata le mani di liquido seminale e non ricordi se poi ti sei toccata lì o se ti sembra che durante il petting lui abbia avuto un’eiaculazione in prossimità della vagina, allora il discorso è diverso: una gravidanza improbabile, ma… non del tutto impossibile.
Se hai praticato il coito interrotto, ovvero hai avuto dei rapporti completi, ma non del tutto compiuti, nel senso che lui si è tolto un attimo prima di eiaculare? Se il ciclo non arriva, la preoccupazione è lecita: infatti niente assicura che il tuo ragazzo sia stato davvero così veloce nel togliersi, né che nelle secrezioni che precedono l’eiaculazione non sia presente del liquido seminale, seppure in quantità minima.
Se invece usi la pillola come metodo contraccettivo, ma riflettendoci bene ricordi di aver fatto qualche pasticcio, scordandone magari una? Se la pillola inizialmente dimenticata è stata assunta entro le 12 ore da quando dovevi prenderla, puoi stare più che tranquilla. Se è stata invece presa dopo o per niente, il rischio di una gravidanza esiste, sebbene prendere poi tutte le altre offra comunque una certa copertura. Se poi hai dimenticato anche altre… beh allora meglio essere prudenti! Non impaurirti ma affronta subito il problema con uno dei sistemi per scoprire se sei incinta o meno.
Tra i metodi contraccettivi, c’è anche il profilattico, la sua sicurezza sfiora il 90%, quindi se lo avete usato non è davvero il caso di preoccuparsi. Se però lo hai maneggiato con unghie alla Jessica Rabbit o sai per certo che si è rotto, o ancora ricordi che lui non è stato abilissimo nel tenere saldi i bordi a fine rapporto affinché non si sfilasse, i tuoi timori sono giustificati e vale lo stesso consiglio dato a chi ha avuto problemi con la pillola.
Per la serie “il pericolo è il tuo mestiere”: non hai usato precauzioni perché tanto “era la prima volta”! E che vuol, dire? C’è una prima volta anche per la sfiga! Se appartieni a questa categoria di amanti del brivido, non ti resta che tenere le dita incrociate e se stavolta ti è andata bene passa in futuro a comportamenti più sicuri!


Se le mestruazioni non vengono, innervosirsi non aiuta a farle venire, anzi può bloccarle a tempo indeterminato. Stare tranquilla in questo caso forse non è facile e distrarsi può servire. Se però sai che il rischio è alto, maglio agire subito! In genere si aspetta che il ritardo raggiunga i dieci giorni; poi si può scegliere tra un test di gravidanza e un’analisi del sangue.

Il test di gravidanza è il metodo più veloce per sapere come stanno le cose. Infatti puoi farlo da sola e senza renderne conto a nessuno. Si compra in farmacia e nei grandi supermercati, ad un prezzo che in genere varia dai 10 ai 20 euro, a seconda del tipo, infatti esistono i bastoncini colorati o quelli elettronici con il display digitale. In entrambi i casi il funzionamento del test è il medesimo, bisogno metterlo a contatto con le urine, niente di difficile, il risultato apparirà in pochi minuti. Poiché però non tutti i test sono uguali, occorre leggere con molta attenzione il foglietto con le istruzioni. In genere, se il test è positivo difficilmente sbaglia, se invece è negativo, è meglio ripeterlo per avere una certezza assoluta.

Rapporti A Rischio: Quando Preoccuparsi Se Il Ciclo E' In Ritardo?

Per una controprova, puoi anche effettuare un’analisi del sangue, con un semplice prelievo (se non ti va di farti prescrivere l’analisi dal medico, puoi richiederlo privatamente: il costo lo dicono per telefono e comunque non è altissimo) si controlla il valore BHCG: normalmente è basso, ma in caso di gravidanza sale a livelli vertiginosi, nell’ordine di migliaia. L’analisi è già di per se molto indicativa e precisa, ma ripeterla a distanza di qualche giorno è una prova inconfutabile.

Se le hai provate tutte, ma il risultato non cambia: sei incinta e il tuo morale è sotto i tacchi o proprio sotto terra. Disperarsi però non serve: fatti forza e affronta la situazione. L’errore più grande che puoi fare in questo caso è non parlarne con nessuno. Meglio confidarsi con qualcuno di cui si ha fiducia. Ti sentirai subito meglio!
Dillo al tuo partner anche se vi siete lasciati, ha il diritto-dovere di saperlo: il “problema” è anche suo e deve prendersene le responsabilità. E poi andare da un ginecologo. Se non ne hai uno di fiducia, puoi rivolgerti ad un consultorio.

Consultori se ne trovano tanti in ogni città e gli indirizzi li trovi sulle pagine gialle, sull’elenco o su internet: lì troverai professionisti in grado di offrirti assistenza medica, ma anche morale. Per esempio potrebbero aiutarti a dirlo ai tuoi o forse farlo addirittura al tuo posto.
L’alternativa è chiedere il sostegno di un parente o di un insegnante di cui ti fidi, affinchè facciano da intermediari. Non scordare mai che i tuoi ti vogliono bene: all’inizio potrebbero essere un po’ arrabbiati, ma poi sapranno starti vicino ed aiutarti. Tu che vuoi fare? Riflettici con calme: per legge, il tempo per interrompere una gravidanza non è tantissimo, 12 settimane al massimo, ma è sufficiente perché tu possa prendere un decisione senza fretta.

Se hai paura di essere rimasta incinta, non tenerti tutto dentro, e se hai bisogno di consigli o risposte, chiedi pure qui mediante l’apposita area commenti, siamo pronti ad aiutarti!

Articolo scritto da spaziovendita - Vota questo autore su Facebook:
spaziovendita, autore dell'articolo Rapporti A Rischio: Quando Preoccuparsi Se Il Ciclo E' In Ritardo?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione