Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Sperimentazione Umana: E Se Le Cavie Fossimo Noi?


7 agosto 2011 ore 19:31   di inspired  
Categoria Moda Salute e Bellezza  -  Letto da 606 persone  -  Visualizzazioni: 1241

Molti credono che la sperimentazione umana sia illegale ma in realtà le legislazioni di tutte, o quasi, le nazioni del mondo, prevedono che dopo la sperimentazione sugli animali si passi alla sperimentazione sugli esseri umani. In mancanza di questa, nessun prodotto può essere commercializzato.

La sperimentazione umana si esplica in due fasi. La prima fase consiste nell’impiegare volontari sani, che vengono pagati, per valutare gli effetti prodotti dalle sostanze che dovranno essere poste in commercio. Le persone che, volontariamente, decidono di sottoporsi alle ricerche, dovrebbero farlo in assoluta libertà e senza alcun condizionamento. Per questo motivo i compensi non dovrebbero essere alti, in caso contrario le persone più bisognose, con maggiori problemi economici, sarebbero influenzate ad accettare ricerche anche pericolose pur di ricevere lauti compensi. I limiti di questa prima fase riguardano da un lato l’utilizzo di persone sane che da una sperimentazione del genere potrebbero ricevere solo danni (sarebbe più logico utilizzare persone che potrebbero giovarne e quindi già con patologie) e dall’altro l’impossibilità di stabilire un compenso giusto legata al fatto che non è possibile valutare i danni fisici che può provocare una sostanza in via sperimentale. Meglio sarebbe passare direttamente alla seconda fase.


Nella seconda fase, invece, vengono utilizzate persone già ammalate della patologia che la sostanza oggetto della ricerca dovrebbe guarire. In genere queste persone si cercano negli ospedali e non ottengono alcun compenso ma “solo” la speranza di un risultato positivo. Il prescelto viene messo al corrente dei rischi e dei benefici correlati alla ricerca e deve firmare il “consenso informato”, cioè deve autorizzare il medico a sperimentare il farmaco su di sé. Sul “consenso informato” si potrebbe disquisire: chi può realmente informare il paziente sui rischi connessi con l’uso di un farmaco in sperimentazione di cui non si conoscono ancora gli effetti?

Un’altra modalità con cui si effettua la sperimentazione è quella definita “doppio cieco” e che consiste nel somministrare due terapie differenti a due campioni di pazienti e i risultati saranno poi confrontati. E’ definita “doppio cieco” in quanto l’appartenenza ad un gruppo piuttosto che ad un altro è sconosciuta sia al paziente che al medico ricercatore.

Da tutto ciò si deduce che la sperimentazione umana, pur non priva di enormi rischi per la salute dei volontari sani e dei pazienti, è del tutto legale ed anche largamente diffusa e ciò dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, l’inutilità della feroce sperimentazione sugli animali.

Sperimentazione Umana: E Se Le Cavie Fossimo Noi?

Articolo scritto da inspired - Vota questo autore su Facebook:
inspired, autore dell'articolo Sperimentazione Umana: E Se Le Cavie Fossimo Noi?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Moda Salute e Bellezza
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione