Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Andrea Pirlo, Quando Un Errore Costa Caro


11 maggio 2012 ore 06:33   di pierluigicrivelli  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 663 persone  -  Visualizzazioni: 958

Quando Andrea Pirlo tenne la sua prima conferenza stampa da neojuventino disse di aver scelto i bianconeri perchè la società contava su di lui per tornare a vincere e a 9 mesi di distanza avevano entrambi ragione. Sì, perchè non era facile per l'introverso ragazzo bresciano fare le valigie da Milanello,lasciare dopo 10 anni la squadra campione d'Italia in carica e ricominciare da capo con una Juve reduce da una stagione disastrosa.

Eppure i veri campioni sono quelli che parlano poco davanti ai microfoni ma fanno urlare di gioia i tifosi la domenica : lui, Andrea, è taciturno come il più grande juventino, Alex Del Piero; insieme sono riusciti, sin dall'inizio, a prendere per mano l'intera squadra e a condurla verso il successo.


Il divorzio di Pirlo dal Milan fu piuttosto burrascoso : la dirigenza gli propose il rinnovo del contratto per un solo anno, lui si sentiva ancora giovane per il calcio che contava e ne chiese tre. Risposta? Picche. Allegri disse che preferiva far giocare nel suo ruolo Ambrosini o Van Bommel e Andrea si sarebbe dovuto accontentare di giocare in un'altra posizione.

In realtà, il messaggio era chiaro : qui non servi più. Perchè Andrea, sin dai tempi di Ancelotti che gli inventò quel ruolo, amava giocare come playmaker dando così lustro e successo alle tante vittorie rossonere. Eppure i maligni tirarono fuori la solita questione del "caro Dio denaro", le voci parlavano di un'offerta troppo bassa per poter proseguire il rapporto.

Così Andrea salutò a malincuore i compagni di tante battaglie e prese l'autostrada per Torino, destinazione nuova non solo per lui, ma per tutti : Juventus Stadium. Nuova avventura, nuovi tifosi, nuovo stadio : l'imperativo era vincere, perchè il carattere lo imponeva.

Andrea Pirlo, Quando Un Errore Costa Caro

Sin dall'inizio della stagione, Pirlo riceveva dai suoi ex compagni sms misti di congratulazioni e di rimpianti : loro sapevano che la dirigenza rossonera aveva sbagliato di brutto, perchè solo un infortunio poteva fermare la voglia di rivincita del ragazzone bresciano.
Niente di niente, nemmeno un raffreddore o un mal di testa, perchè i dolori di capo semmai li faceva venire agli avversari che non sapevano come fermare quell'indiavolato ultratrentenne.

E così Conte iniziò quel processo di simbiosi tra lui e il resto della squadra, perchè Andrea non si discute, lui deve stare lì in mezzo al campo come un faro che illumina il porto nella notte : Conte spiega i suoi moduli e Pirlo esegue con saggia maestria, come un direttore d'orchestra guida i propri musicisti.

Andrea "Mozart" Pirlo ha cominciato a vincere, alla faccia di chi lo considerava già gli aveva consigliato il pensionamento anticipato : lui, con l'anima proletaria bresciana, sapeva di non sbagliare.

Articolo scritto da pierluigicrivelli - Vota questo autore su Facebook:
pierluigicrivelli, autore dell'articolo Andrea Pirlo, Quando Un Errore Costa Caro
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione