Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Atletica: Andrew Howe E I Dubbi ' Mondiali '


27 maggio 2011 ore 08:39   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 343 persone  -  Visualizzazioni: 635

Se il buongiorno si vede dal mattino Andrew Howe, uno degli uomini di punta della nostra atletica leggera, sta tornando ad altissimi livelli e soprattutto, dopo la grande prova sui 200 metri al prestigioso Golden Gala di Roma, forse deve rivedere i suoi piani e la sua convinzione di concentrarsi solo sul salto lungo in vista dei Mondiali di Daegu, in Corea del Sud, in programma dal 27 agosto al 4 settembre prossimi e successivamente delle Olimpiadi di Londra 2012.

L'EXPLOIT DI ROMA SUI 200. Davanti al suo pubblico Howe si è cimentato nei 200 metri e, alla prima uscita stagionale "outdoor" sulla distanza, ha messo in riga, con un ottimo 20"31, senza problemi avversari di tutto rispetto, a cominciare dal giamaicano Marvin Anderson (20"49), secondo e dal portacolori di Trinidad e Tobago, Rondel Sorrillo (20"68), terzo. Senza contare l'ex campione olimpico di Atene 2004, lo statunitense Shawn Crawford, in parabola discendente, che ha concluso al quarto posto. Il tempo fatto segnare da Howe è a soli tre centesimi dal suo record personale, stabilito a Grosseto nel 2004, e, considerando che siamo ad inizio stagione e che l'azzurro dal punto di vista tecnico non è stato certo impeccabile, ci sono tutte le premesse per fare molto meglio.


COMPETITIVO ANCHE SUI 400 METRI. Una ventina di giorni fa Andrew Howe si era cimentato vincendo anche sui 400 a Pavia, prima gara outdoor assoluta stagionale, e dopo ben 5 anni di assenza dalla specialità, aveva fatto segnare il suo primato personale in 45"70, migliorandolo di 33 centesimi e battendo tra gli altri anche il campione italiano in carica Marco Vistalli, secondo in 45"94.

I DUBBI "MONDIALI". La buona prova sui 400 a Pavia e soprattutto il trionfo romano sui 200 devono fare riflettere il nostro campione a cui, a questo punto, si aprono nuovi affascinanti scenari. il salto in lungo è senz'altro la specialità che ha regalato più soddisfazioni a Howe (vice campione del mondo ai Mondiali di Osaka nel 2007 con il record italiano di 8,47 mt., campione europeo a Goteborg nel 2006 e "indoor" a Birminghan nel 2007) e che ancora, a ventisei anni, può dargliene molte in futuro. E' giusto che il fuoriclasse azzurro si concentri sulla sua specialità preferita per cercare di salire sul podio ai Mondiali e alle Olimpiadi ma non deve trascurare una specialità di grande prestigio come i 200 metri dove ha tutte le carte in regola per scendere sotto il muro dei venti secondi. Certo la concorrenza nel salto lungo è minore rispetto alla velocità e la zona medaglia è più accessibile ma le sensazioni provate a Roma, davanti a un pubblico in visibilio dopo il suo successo in una gara di forti emozioni come i 200 metri, sono senz'altro molto gratificanti.

HOWE, UOMO STAFFETTA. Andrew Howe non deve essere sovraccaricato di impegni e di aspettative ma è logico che la Nazionale, in ottica Mondiali e Olimpiadi, lo tenga in grande considerazione per la staffetta 4X100 e, visto il recente risultato di Pavia, anche per quella 4X400. Bisognerà studiare attentamente il calendario del Mondiali di fine agosto e valutare le possibilità di far gareggiare il campione azzurro, sempre, si intende, senza distoglierlo troppo dai suoi principali e ambiziosi obiettivi.

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Atletica: Andrew Howe E I Dubbi ' Mondiali '
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione