Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Atletica: Andrew Howe Ko, Addio Mondiali. Arrivederci Alle Olimpiadi ?


29 luglio 2011 ore 10:53   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 281 persone  -  Visualizzazioni: 523

Andrew Howe, uno degli uomini di punta dell’atletica leggera italiana, dovrà ancora una volta ricominciare da capo, o quasi, dopo il grave infortunio (rottura del tendine di achille) che lo ha colpito mercoledì nel corso di un allenamento a Rieti. L’ennesimo colpo di sfortuna per il campione ventiseienne che, dopo l’operazione d’urgenza effettuata in maniera positiva a Perugia, potrà forse rientrare in pista dopo circa sei mesi per preparare al meglio le Olimpiadi di Londra 2012, anche se i tempi di recupero sono tutti da verificare.

L’ENNESIMO INFORTUNIO. L’ex vice campione del mondo di salto in lungo (medaglia d’argento a Osaka nel 2007) e campione europeo (a Goteborg nel 2006) ha alle spalle una carriera costellata da infortuni che ne hanno pregiudicato i risultati, spesso in momenti decisivi. Nel 2008 un infortunio muscolare lo limitò vistosamente ai Giochi Olimpici di Pechino e l’anno successivo i postumi di un’altra lesione muscolare lo costrinsero a rinunciare ai Mondiali di Berlino. Operato al tendine di achille sinistro a fine anno in Finlandia, Howe rientrò alle gare nel 2010 ma agli Europei di Barcellona si presentò non nelle migliori condizioni. Nei giorni scorsi la rottura del tendine di achille già operato e una nuova lunga riabilitazione da affrontare.


L’ADDIO AI MONDIALI E LA SPERANZA DI RIENTRARE ALLE OLIMPIADI. L’ennesimo grave intoppo per la carriera di Andrew Howe che stava preparando con grande determinazione i Mondiali coreani di Daegu, in programma a fine agosto. Il campione azzurro avrebbe dovuto scendere in pista nei 200 metri, specialità che lo stava rivedendo protagonista (20,31” quest’anno), dopo la rinuncia, visti gli scadenti risultati, al salto in lungo che tante soddisfazioni gli aveva regalato in passato.I tempi di recupero, come già detto, sono tutti da verificare, così come la voglia, per l’ennesima volta, di combattere un destino avverso e tentare di ricominciare da capo, con il sogno olimpico di Londra nel mirino, ma tanti dubbi e difficoltà da superare.

Andrew Howe, con la sua classe cristallina (spesso purtroppo limitata da problemi fisici) e la sua vitalità e il suo sorriso contagiosi, rappresenta da diversi anni l’uomo immagine dell’atletica italiana e, se avrà voglia di rimettersi ancora una volta in gioco, troverà ad aspettarlo a braccia aperte i suoi moltissimi tifosi che non hanno mai smesso di credere e di incoraggiare un campione con un enorme talento ma decisamente poco fortunato.

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Atletica: Andrew Howe Ko, Addio Mondiali. Arrivederci Alle Olimpiadi ?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione