Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Boom Del Poker Online In Italia: Un Giro D' Affari Da 4 Miliardi Di Euro


29 aprile 2010 ore 21:19   di montecristo  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 353 persone  -  Visualizzazioni: 752

Tra i tanti giochi disponibili on line, gli italiani hanno decisamente scelto il poker e, in particolare, la versione americana del Texas Hold'em.

I siti dedicati a questo gioco sono aumentati a dismisura, accompagnati da trasmissioni televisive con mega tornei in diretta, eventi speciali con tavolate di vip, articoli di giornale dedicate ai campioni che hanno accumulato vincite milionarie e pubblicità anche in tv, impersonate addirittura da personaggi popolarissimi come Francesco Totti.


Insomma, una vera e propria campagna di marketing montata al punto giusto per invogliare sempre più italiani a sedersi al tavolo da gioco virtuale con la promessa di vincite facili e di un gioco sicuro.

Il risultato? Il poker on line ha avuto un incremento del 150% in un anno, incassando ben 840 milioni di euro solo nel primo trimestre del 2010 e con un bilancio annuale stimato che si aggira intorno ai 4 miliardi di euro.

Boom Del Poker Online In Italia: Un Giro D' Affari Da 4 Miliardi Di Euro

Tanto per fare un paragone, il SuperEnalotto, che è stato fino ad ora il gioco di massa più popolare in Italia, ha un giro di affari di “soli” 2,5 miliardi di euro l’anno.

Sarà la moda o sarà la crisi ma gli italiani sono sempre più attirati dal brivido di una vittoria facile, sentendosi protetti dal fatto di giocare in casa propria, comodamente seduti sulla propria poltrona preferita.

Avranno forse dimenticato che il poker è un gioco d’azzardo in grado di creare dipendenza? Basta pensare alle stime diffuse dal Dipartimento Dipendenze U.O.,secondo le quali il 4% delle dipendenze in Italia sarebbe legato proprio al gioco on line.

Il rischio, insomma, è quello di farsi prendere la mano e di svuotare in poche ore la propria carta di credito perché basta un torneo, il tempo di una serata, per bruciarsi tutto il plafond e poi, dal desiderio di rifarsi, nasce la voglia di giocare ancora e ancora.

I soggetti più a rischio con il poker on line non sono più i padri di famiglia, come nel gioco d’azzardo tradizionale, ma i ragazzi che, tornati da scuola, si siedono al tavolo on line e si bruciano le paghette.

Per rispondere a questo preoccupante campanello d’allarme sono state messe a disposizione sul web delle guide che vogliono responsabilizzare tutti gli appassionati di questo affascinante quanto pericoloso gioco.

Il primo consiglio resta comunque quello di giocare solo in siti che nella home page riportanto il simbolo dell’AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato), usando se possibile delle carte prepagate con piccoli importi e, soprattutto, usando la testa.

Articolo scritto da montecristo - Vota questo autore su Facebook:
montecristo, autore dell'articolo Boom Del Poker Online In Italia: Un Giro D' Affari Da 4 Miliardi Di Euro
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione