Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Calcio Corrotto: La Fifa, Le Tangenti, E Quei 2, 2 Milioni Alle Cayman


2 giugno 2015 ore 03:24   di jaco91  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 511 persone  -  Visualizzazioni: 770

Potrebbe sembrare incredibile che una federazione mondiale come la FIFA, organo di governo mondiale del calcio, dal 2002 ad oggi ha speso ben 2,2 milioni di dollari per costruire delle strutture sportive, in un Paese che ha poco o nulla a che vedere con il calcio; le Isole Cayman. Eppure ci sono stati proprio dei finanziamenti partiti circa 7 anni fà per queste strutture, ma ad oggi è tutto fermo.

Proprio nelle spedute Isole Cayman, lo stupendo e famoso arcipelago dal territorio paludoso, composto da sole tre isole e poco più di 58 mila abitanti in totale, famoso più come paradiso fiscale che non per il calcio. Le Isole Cayman sono infatti non solo una meraviglia naturale da visitare, ma anche un paradiso fiscale dove non esistono imposte sui redditi. Se questo Paese è divenuto famoso per il sistema finanziario, non si può dire di certo lo stesso per il mondo dello sport. La squadra non ha infatti mai avuto particolari soddisfazioni in termini di risultati, il calcio non ha mai potuto svilupparsi nè sono mai balzati alle cronache per qualcosa riguardante lo sport, la Nazionale è infatti classificata 191esima tra le 209 squadre nazionali al mondo nel ranking FIFA, e non ha mai partecipato in una Coppa del Mondo.


Nonostante questo, dal 2008 ha ricevuto da Zurigo sovvenzioni del valore di 1,8 milioni dollari per un totale di 2,2 milioni destinati a costruire una sede FIFA e due campi da calcio in erba sintetica. Sette anni dopo, però, il primo campo rimane ancora non completo. I piani per costruire un dormitorio e una palestra non si sono ancora concretizzati. Una sovvenzione finale, per 500.000 dollari nel marzo 2014, era stata destinata per l'installazione dell' erba artificiale, la FIFA ha scritto sul suo sito web, che il campo che è stato progettato non può sopravvivere in un ambiente paludoso e di acqua salata come quello.

Calcio Corrotto: La Fifa, Le Tangenti, E Quei 2, 2 Milioni Alle Cayman

Le Cayman sono diventate un centro di potere e di giri di affari da milioni di dollari per la FIFA, che è al centro di un mega scandalo di racket e corruzioni che ha sommerso per l'ennesima volta, purtroppo, il mondo dello sport. L'FBI ha aperto una maxi inchiesta accusandola di aver partecipato per oltre un ventennio a sistemi di corruzione, tangenti, e riciclaggio di denaro sporco per centinaia di milioni di dollari. Tra i 14 dirigenti arrestati nelle scorse settimane nella maxi inchiesta internazionale riguardante le tangenti e l'assegnazione dei Mondiali di calcio falsati, figurava anche Jeffrey Webb, vicepresidente della CIFA (Island Cayman Football Association), e presidente del Concacaf (Confederation of North, and Central America and Caribbean Association Football) incriminato ed arrestato il 27 maggio. E Kostas Takkas, un suo collaboratore. Incriminati per avere ricevuto denaro illecito e tangenti che hanno influenzato il voto per l'assegnazione dei mondiali del 2018 e del 2022, e milioni di dollari nell'ambito della comprevendita dei diritti televisivi.

Inoltre, in questi giorni la Fifa oggi ha sospeso per precauzione dal suo incarico Enrique Sanz, il segretario generale della Concacaf, in seguito allo scandalo, insieme ad altri due dirigenti della federazione congolese.

Joseph Blatter, il presidente della FIFA dal 1998, è stato rieletto poche settimane fà per poi dimettersi dopo poco e dichiare nuove elezioni, a causa delle indagini che l'FBI stà continuando a sottoporlo. L'ormai ex presidente è stato spesso nel corso della sua carriera attaccato da molte critiche e fatti che lo hanno contraddistinto e preso di mira nel corso degli anni della sua presidenza, come ad esempio quando definì il razzismo nel calcio una "sciocchezza", o quando espresse l'ostilità nei confronti della moviola in campo impedendone tutt'oggi la diffusione, o ancora quando nel 2002 la sua candidatura è stata caratterizzata da possibili imbrogli, come affermò il presidente della Federcalcio somala, Farra Ado, che sosteneva di aver ricevuto un’offerta di 100.000 dollari per votare Blatter.

Lo stesso Blatter, nell'Ottobre del 2013, è stato avvistato a una cena di gala nelle Isole Cayman, per celebrare le elezioni di Webb alla presidenza del Cocancaf, e la sua nomina a comitato esecutivo della FIFA. Tra questi c'era anche Jack Warner, un altro dei 14 funzionari di calcio e marketing incriminati mercoledì, ex presidente caduto in disgrazia del Concacaf del Trinidad e Tobago, accusato tra le altre cose, di aver ricevuto un versamento di 10 milioni di dollari per influenzare il voto sulla Coppa del Mondo 2010, aggiudicata come ricorderete dal Sud Africa.

Ad affermare quanto detto c'è Danny Jordaan, presidente della Federcalcio sudafricana, che ha confermato al "Sunday Independent" che il Sud Africa pagò 10 milioni al Concacaf, dichiarando però che non la considera una tangente e che non erano soldi destinati ad ottenere l'assegnazione per i Mondiali 2010, ma denaro spedito al Concacaf per altri scopi.

Il successore di Warner, Webb, si voleva costruire un'immagine di riformatore, che avrebbe portato maggior responsabilità e trasparenza nel Concacaf. "Dobbiamo spostare le nuvole e permettere al sole di uscire" Disse Webb ai giornalisti durante la sua elezione"

Calcio Corrotto: La Fifa, Le Tangenti, E Quei 2, 2 Milioni Alle Cayman

Invece, le autorità ci fanno sapere che il business su cui gira il mondo del calcio continua ad essere poco pulito.

L'atto di accusa di Webb dice che c'è di mezzo una tangente di 3 milioni di dollari ricevuti da Traffic Sports USA, una società di marketing con sede a Miami, che ha acquistato i diritti televisivi e di commercializzazione delle partite di qualificazione della Coppa del Mondo ai Caraibi del 2018 e 2022. La tangente è stata sollecitata tramite Takkas, un socio di lunga data di Webb, e un ex segretario della CIFA - Cayman Islands Football Association - afferma l'accusa.

Un intricato sistema è stato usato per nascondere Webb come vero beneficiario della tangente, hanno dichiarato le autorità. Una parte del denaro è stato poi versato sul conto di un imprenditore per far costruire una piscina per Webb nella sua residenza privata a Lovanville, in Georgia. Webb ha sollecitato un'altra tangente per 1,1 milioni di dollari da Traffic Sports USA nel 2012, l'accusa ha detto che riguardava i diritti commerciali dei tornei internazionali come la Golden Cup e la Concaf Champions League. Le autorità hanno dichiarato che nel tentativo di nascondere la tangente, è stata usata una falsa fattura per far sembrare che il denaro venisse versato da una società panamense, che produce maglie e palloni da calcio.

Nell'atto d'accusa è anche scritto che nel 2013, quando la Traffic Sports USA ha ricevuto un rinnovo del contratto del valore di 60 milioni di dollari per i diritti di sponsor esclusivi per la Golden Cup e la Concacaf Champions League, Webb ha chiesto un altro pagamento da parte della società.

Alla fine, alcuni di coloro che sono stati coinvolti hanno iniziato ad esprimere preoccupazioni a riguardo. Infatti in un incontro a Queens nel Marzo 2014, l'accusa ha detto, che Aaron Davidson, il presidente della Traffic Sports USA, fece queste domande in un conversazione che è stato a quanto pare registrata. "Quello che stiamo facendo è illegale?, è illegale."

Davidson è stato uno di quelli che sono stati incriminati Mercoledì, a quanto pare a quella stessa riunione di marzo 2014 dove fece quelle affermazioni, Davidson sollevò anche la questione di una tangente da pagare a Webb da un'altra società di marketing sportivo, chiamata Datisa, dice l'accusa.

Questa faceva parte del grande schema descritto dalle autorità: un piano da Datisa di pagare 100 milioni di dollari in tangenti per un certo numero di funzionari sudamericani, e a Webb, per ottenere i diritti commerciali di uno dei tornei più prestigiosi al mondo, la Copa America, il campionato sudamericano. Il 100° anniversario è previsto per essere essere un'edizione speciale, infatti per commemorare il centenario del torneo della Confederazione sudamericana, è previsto che sarà giocato negli Stati Uniti nel 2016. Non è chiaro quale importo Webb avrebbe dovuto ricevere, ma 40 milioni di dollari sono stati versati a vari destinatari, dice l'accusa.

Il 1 maggio 2014, gli alti funzionari di Datisa, si sono incontrati nel sud della Florida per discutere il piano di corruzione, dice l'accusa. Uno dei funzionari, Alejandro Burzaco, argentino, disse agli altri: "A causa di questa cosa c'è il rischio che si fanno male tutti, tutti noi andremo in prigione".

Le possilità che Webb potesse andare in prigione hanno scombussolato molta gente delle Isole Cayman, in quanto personaggio popolare dell'isola, lui stesso è nativo di George Town, la capitale, e ha portato una cifra stimata in 30 milioni per l'economia locale strutturando tornei di calcio alle Cayman.

In questo luogo insulare, le notizie d'accusa di Webb ha portato incredulità, e silenzio da parte dei funzionari del governo e degli addetti ai lavori nel calcio. Osbourne Bodden, ministro dello sport delle Isole Cayman, non ha nemmeno menzionato il nome di Webb in una breve intervista rilasciata, dichiarando solo che il suo dipartimento non è stato coinvolto nelle indagini. Un portavoce della federazione di calcio delle Cayman ha rimosso tutte le sue informazioni di contatto dal sito web.

Articolo scritto da jaco91 - Vota questo autore su Facebook:
jaco91, autore dell'articolo Calcio Corrotto: La Fifa, Le Tangenti, E Quei 2, 2 Milioni Alle Cayman
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione