Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Europei 2016: Cornuti E Mazziati


28 maggio 2010 ore 18:22   di vmugione86  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 291 persone  -  Visualizzazioni: 526

Ormai non c’è ombra di dubbio: tra l’UEFA e l’Italia non corre buon sangue. Dopo aver negato al Bel Paese la possibilità di organizzare i campionati europei del 2012, privilegiando la candidatura di Polonia e Ucraina nonostante palesi difficoltà organizzative, tanto da render necessario numerosi sopraluoghi di Platini e Co. nei due Paesi, la storia si ripete oggi. Questa volta era in lizza l’organizzazione di Euro 2012, e l’Italia ha ricevuto per la seconda volta il secco “no” dell’UEFA.

Premiata invece la candidatura della Francia dello stesso (guarda caso..) presidente Platini, che dopo i mondiali del 1998 ospiterà anche la manifestazione continentale 2016. Indubbiamente favorevole alla designazione transalpina il migliore stato delle infrastrutture, soprattutto sportive, dei cugini d’oltralpe.


Dopo un breve mea culpa, non si può però evitare di riflettere sul secondo “smacco” che i vertici del calcio europeo hanno inferto al nostro Paese. Se infatti è pacifico che gli stadi italiani non sono attualmente all’altezza di ospitare una manifestazione di tale portata, è altrettanto vero che il dossier presentato da FIGC e Governo aveva previsto un totale rinnovamento infrastrutturale e dei servizi.

Europei 2016: Cornuti E Mazziati

Senza considerare che non sono le condizioni vigenti al momento della presentazione dei dossier a far si che una nazione debba esser preferita ad un’altra, altrimenti non si sarebbero assegnati i campionati del mondo al Sud Africa e gli europei 2012 a Polonia e Ucraina. Si sarebbe dovuta premiare invece i progetti di miglioramento, indubbiamente possibili nel nostro Paese. Sarebbe stata anzi un occasione per adeguare le nostre infrastrutture a quelle europee, per chiudere definitivamente un gap di una decina d’anni tra gli stadi italiani e quelli inglesi, tedeschi, spagnoli e appunto francesi.

Evidentemente, oltre alla politica abilmente nascosta tra i meandri della decisione, ha pesato anche tutto l’ambiente di poca sportività che attualmente attraversa tutta la cultura sportiva italiana, primo fra tutti il fenomeno del tifo violento. Il risultato della votazione di Ginevra è stato il seguente: Francia 43 voti, Turchia 38, Italia 23. Seconda votazione: Francia 7, Turchia 6. Insomma, cornuti e mazziati.

Vincenzo Mugione

Articolo scritto da vmugione86 - Vota questo autore su Facebook:
vmugione86, autore dell'articolo Europei 2016: Cornuti E Mazziati
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione