Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

F1: Bilancio Di Una Stagione


26 novembre 2013 ore 17:19   di abbabula  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 1124 persone  -  Visualizzazioni: 1294

Si è chiusa un'altra stagione di formula uno che ha visto per il quarto anno consecutivo il team Red Bull vincere sia il titolo piloti che quello costruttori. Sebastian Vettel, degno erede del connazionale Schumacher, a dispetto della sua giovane età, è riuscito a inanellare tutta una serie di record che la maggior parte dei commentatori riteneva difficilmente raggiungibili.

I meriti di Vettel sono indiscutibili, tuttavia sarebbe stato il caso, e speriamo che in futuro si presenti l'occasione, di vedere il giovane tedesco confrontarsi con colleghi muniti di una vettura quasi dello stesso livello. La superiorità delle vetture Red Bull è stata infatti a tratti imbarazzante soprattutto nella seconda metà della stagione, caratterizzata da vittorie a ripetizione.


La domanda che bisogna porsi è questa: sono dei maghi i progettisti della casa austroiaca, oppure i rivali hanno accumulato un gap tecnologico (motoristico, aerodinamico e organizzativo) da recuperare al più presto se non si vuole che la formula uno perda l'interesse e l'entusiasmo della maggior parte degli sportivi.

In particolare le squadre più blasonate come Ferrari, McLaren e Mercedes hanno l'obbligo di ritrovare competitività, al fine di ripagare gli investimenti di finanziatori e sponsor e ripagare le aspettative dei tifosi. Soprattutto la scuderia italiana che in ogni parte del mondo è attesa da schiere di fan che affamati di successi.

L'annata della squadra di Maranello era partita ricca di attese. Il campionato pareva quanto meno incerto e il fatto di avere alla guida un fuoriclasse come Fernando Alonso faceva sperare nel primo successo con lo spagnolo al volante.

Nel corso della stagione è però mancato lo sviluppo della F138, carente già in partenza dal punto di vista dell'aerodinamica ma capace, nella prima metà del campionato, di recuperare posizioni nel corso della gara. Essere arrivati secondi con una vettura che, tirate le dovute somme, non era da secondo posto è un merito da ascrivere quasi esclusivamente al pilota.

La prossima sarà una stagione di grandi cambiamenti, dal punto di vista regolamentare, per quanto riguarda i motori. E' l'occasione buona per resettare il ritardo. La sostituzione di Felipe "paperino" (considerato la sfortuna che lo ha sempre accompagnato nei suoi anni alla Ferrari) Massa con Kimi Raikkonen potrebbe creare la giusta alchimia per una stagione da ricordare.

Allo stesso tempo però la presenza dei classici due galletti nello stesso pollaio potrebbe creare più problemi che benefici. Raikkonen non accetterà infatti tanto facilmente certi ordini di scuderia che Massa subiva senza opporsi.

Articolo scritto da abbabula - Vota questo autore su Facebook:
abbabula, autore dell'articolo F1: Bilancio Di Una Stagione
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione