Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Fiorentina - Juventus: La Partita Dell' Anno. Tra Ironia, Sfottò E Lontane Memorie


14 marzo 2012 ore 18:04   di Ciuffo79  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 1357 persone  -  Visualizzazioni: 2568

Fiorentina-Juventus non è una partita di calcio, non è una banale sfida tra due squadre avversarie, ma molto di più.
Un incontro tra passioni, tra punti di vista opposti, tra culture calcistiche antitetiche.
Da una parte amore allo stato puro, orgoglio di un'intera città, ironia, umorismo, senso profondo di appartenenza alla propria terra, passione sfrenata per una maglia, quella viola, alla ricerca dello sgambetto, del dispetto, della supremazia, tanto ricercata quanto storicamente solo poche volte raggiunta.

Dall'altra la Vecchia Signora, quella vincente, quella in bianco e nero, quella amata da chi ama vincere e dimenticata da chi la sostiene quando perde, la squadra della vittoria, talvolta pulita, talvolta molto discussa, ma spesso ottenuta.
La società dello "stile", una parola che da sola fa pensare a questa gloriosa società che si impone di vincere e di saper perdere.


Mondi opposti e radicalmente avversari. Storia di risultati discussi, di campionati rubati dal punto di vista viola e conquistati correttamente da quello bianconero.
Sfide di altri tempi che fanno parte di quella categoria di partite che diventano un derby anche se geograficamente non esiste legame tra le due società, se non per semplice appartenenza alla medesima Nazione.

Fiorentina - Juventus: La Partita Dell' Anno. Tra Ironia, Sfottò E Lontane Memorie

Sfida di sfottò, di fantastiche coreografie a marchio Viola che negli anni hanno ricordato la passione, il cuore, l'Amore, la fotografia della città di Firenze, ed ancora colori fantastici, fuochi di artificio, bianchissime stelle filanti.

Storia di una partita nella partita, di un odio sportivo profondo che tuttavia lega moltissimo, almeno in Toscana, le due tifoserie, quella viola e quella bianconera, che vivono dei reciproci scontri verbali, delle diatribe infinite su goal rubati, partite perse, sconfitte umilianti e calciatori odiati.

Fiorentina - Juventus: La Partita Dell' Anno. Tra Ironia, Sfottò E Lontane Memorie

Una storia fatta di corse allo stadio anni '90 per accaparrarsi un posto con quattro ore di anticipo rispetto al fischio d'inizio, una sfida che per Firenze significa la partita dell'anno.
Un momento di raccolta di un tifo, quello della Fiorentina, adesso affranto e pieno di incertezze sul proprio futuro, un pubblico che si è perso e che si è allontanato da una società ed una squadra anonima e sull'orlo della retrocessione, ma che sa ritrovarsi quando la passione, quella vera, richiama il cuore viola e l'amore per una maglia, simbolo della propria identità.

Ed ecco allora che parte lo sfottò, la rincorsa alla presa di giro verso un simbolo bianconero, Antonio Conte, prima avversario in campo ed ora allenatore della Juventus, uomo che negli anni ha più volte sentito la partita nella partita, l'uomo dell'orgoglio bianconero, bandiera della vecchia Signora.

Un popolo viola che va allo stadio col "parrucchino alla Conte" con la colonna sonora "o Toupet Toupet Toupet" riscoprendo la voglia di tornare allo stadio con l'ilarità di un tempo.
Un'ironia che nulla ha contro l'uomo, ma che tutto ha contro il simbolo bianconero..

Fiorentina - Juventus: La Partita Dell' Anno. Tra Ironia, Sfottò E Lontane Memorie

Una partita tra tifoserie che non si digeriscono, ma che, al contrario di quel che si pensa, si rispettano perché protagoniste di incontri che danno alla gara il sapore della sfida vera e dell'adrenalina, più alta in chi va allo stadio che, spesso, in chi gioca in campo.
Un popolo bianconero che si trova un popolo viola compattamente nemico storico, senza nemmeno capire fino in fondo perché..

A Firenze lo sanno bene il perché: "meglio secondi che ladri!", dicono in città. Una frase nata dopo lo scudetto 1982 vinto all'ultima giornata dalla Juventus (che giocò a Catanzaro, cui fu negato un rigore) a discapito proprio della Fiorentina (che giocava a Cagliari l'ultima di Campionato e alla quale fu annullato un goal regolare di Graziani) e rinvigorita dopo la finale di Coppa Uefa giocata ad Avellino, feudo bianconero, per squalifica del campo di Firenze e contraddistinta da discutibili decisioni arbitrali, oltre che dalla contemporanea firma di Roberto Baggio, bandiera e cuore della Fiorentina, sul contratto che lo legava ai colori bianconeri.

Fiorentina - Juventus: La Partita Dell' Anno. Tra Ironia, Sfottò E Lontane Memorie

A Torino (ed in tutta Italia, diremmo), non sappiamo bene cosa dicono i tifosi della Juventus, ma sappiamo che la partita è sentita. Di riflesso? Forse, ma è sentita. Chiedetelo a Conte, lui vi dirà perché.

Articolo scritto da Ciuffo79 - Vota questo autore su Facebook:
Ciuffo79, autore dell'articolo Fiorentina - Juventus: La Partita Dell' Anno. Tra Ironia, Sfottò E Lontane Memorie
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione