Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Furie Rosse... Ancora Tiepide


21 giugno 2010 ore 22:33   di Paolo  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 255 persone  -  Visualizzazioni: 430

Per la classifica e la reputazione, la Spagna deve vincere questa partita, e riscattare le magre figure delle nazionali europee al mondiale: come ha fatto il Portogallo, con un facile – e auspicabile – 7 a 0 contro la Corea del nord. Il pallino del gioco è nelle mani degli spagnoli, e l’Honduras si difende, non disdegnando di proporsi, talvolta: i lunghi lanci dei difensori per Suazo, stretto tra i centrali difensivi spagnoli, non impensieriscono gli iberici.

L’iniziativa spagnola si affida spesso a Navas, che però è troppo frettoloso e prevedibile nei suoi cross dalla fascia destra. Da sinistra, invece, parte David Villa: al 17° minuto entra nell’area di rigore, dal vertice sinistro; si libera di due uomini e tira sul secondo palo, come Del Piero una decina d’anni fa.


La spagna continua a tenere bene il campo, anche centralmente, e l’Honduras si difende con dieci uomini. I compagni di squadra cercano di servire Torres, piuttosto in ombra, ma la punta non è incisiva e sbaglia due occasioni in area di rigore: la prima è un colpo di testa, schiacciato e rimbalzato oltre la traversa; la seconda è un tiro, dopo una percussione in area, ancora troppo alto. Il risultato resta fermo sull’1 – 1 fino a 46°, quando l’arbitro fischia la fine del primo tempo.

Solo sei minuti dalla ripresa del gioco e Villa segna il secondo gol con un tiro dal limite dell’area, deviato da un difensore e con una sospetta posizione di Xabi. La spagna attacca costantemente, e Jesus Navas imperversa ancora sulla destra: al 16° minuto Izaguirre lo atterra in area. Villa può realizzare la tripletta e diventare il capocannoniere spagnolo nella storia dei mondiali, ma spedisce il pallone di poco a lato del palo.

L’offensiva della Spagna, sempre in pieno controllo della partita, si fa più disordinata e si affida alle giocate dei singoli: Mata, entrato al posto dell’impalpabile Torres; Fabregas, che ha sostituito Xabi; ancora Navas, corridore instancabile ma spesso impreciso nel cross.

L’incontro si termina 2 – 0 e rimanda il primato nel girone alla partita tra Cile e Spagna: chi vince eviterà lo scontro col Brasile. Ecco l classifich aggiornate dei gironi: www.gazzetta.it/speciali/risultati_classifiche/2010/calcio/mondiali/classifiche_gironi.shtml

Articolo scritto da Paolo - Vota questo autore su Facebook:
Paolo, autore dell'articolo Furie Rosse... Ancora Tiepide
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione