Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Gand - Wevelgem: Boonen Centra Il Tris. Italiani Protagonisti


25 marzo 2012 ore 20:25   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 306 persone  -  Visualizzazioni: 577

La Gand-Wevelgem, la classica del Nord dei velocisti ancora una volta non si smentisce e l’ex campione del mondo belga, Tom Boonen, bissa in volata il successo dello scorso anno, anche se in uno sprint ristretto a meno di trenta corridori. Sul podio, alle spalle di Boonen, rispettivamente il talento slovacco Peter Sagan e l'ex vice campione iridato danese Matti Breschel, con quattro italiani nei primi dieci.

BOONEN CALA IL TRIS. Il fuoriclasse belga, che due giorni fa, sempre in volata, si era aggiudicato il GP E3 di Harelbeke, ha centrato il terzo successo nella classica delle Fiandre, dopo essersi imposto nel 2004 e nel 2011 e ha eguagliato il record di vittorie dei connazionali Eddy Merckx, Rik Van Looy, Robert Van Eenaeme e del nostro Mario Cipollini. Si tratta del settimo sigillo stagionale per Boonen che si presenta come uno dei grandi favoriti nelle due classiche "Monumento" che più ama, il Giro delle Fiandre e la Parigi-Roubaix.


CANCELLARA PROTAGONISTA IN VISTA DI FIANDRE E ROUBAIX. La corsa, che fino a quel momento era vissuta su una fuga da lontano di nove corridori di seconda fascia, si è inffiamata a trentacinque chilometri dall’arrivo quando il gruppo si è frazionato in diversi tronconi grazie anche all’accelerazione del solito impagabile Fabian Cancellara che ha guadagnato una trentina di secondi, in compagnia di altri sei corridori, tra cui l’arrembante slovacco Peter Sagan, su un plotoncino con tutti i migliori, tranne il favorito della corsa, il campione del mondo britannico Mark Cavendish e il cacciatore di classiche Philippe Gilbert che sono rimasti fuori dai giochi.
Ad una ventina di chilometri dall’arrivo il ricongiungimento tra il gruppetto di Cancellara e quello dei velocisti maggiormente accreditati, con in prima linea Tom Boonen, lo spagnolo Oscar Freire, l’Australiano Matthew Goss e i nostri italiani di punta, Daniele Bennati, Filippo Pozzato e Alessandro Ballan. Nella volata finale lo sprint vincente di Boonen davanti, come già detto, a Sagan e Breschel, con quarto Oscar Freire e quinto il norvegese Boasson Hagen.

CAVENDISH ATTARDATO, BENNATI SFORTUNATO. Il campione iridato in carica Mark Cavendish era atteso ad un pronto riscatto dopo la grande delusione della Sanremo, dove aveva alzato bandiera bianca già nelle prime fasi. Anche in questa occasione il britannico, nel momento decisivo, non è riuscito a presentarsi nelle posizioni d’avanguardia ed è rimasto tagliato fuori, penalizzato, però, anche dalla strategia del team Sky che ha preferito non aiutare il capitano e puntare tutto sulla volata di Edvald Boasson Hagen che non è, però, andato al di là del quinto posto.

Le cose si erano messe bene, invece, per il nostro Daniele Bennati, secondo lo scorso anno alle spalle di Boonen, ma la sfortuna ci ha messo lo zampino e l’italiano, che avrebbe potuto giocarsi meglio le sue chance in volata, ha dovuto inseguire a tutta per sette chilometri, a causa di una foratura, bruciando energie fondamentali. Nonostante questo, Bennati ha chiuso sesto dimostrando che avrebbe potuto dire la sua per il podio.

ITALIANI IN PRIMA LINEA MA ANCORA A SECCO. I nostri corridori hanno disputato in generale una buona gara, ma purtroppo, come succede da ormai troppo tempo, non hanno raccolto i frutti meritati. Già detto di Bennati, che è stato il migliore dei nostri al traguardo, altri tre azzurri hanno concluso nei primi dieci: Marco Marcato settimo, un Filippo Pozzato sempre più in forma e che fa ben sperare per Fiandre e Roubaix, nono e Giovanni Visconti, decimo.
Con il gruppo di testa c’erano anche altri quattro italiani: Daniel Oss, che ha lanciato la volata a Sagan, l’ex campione del mondo Alessandro Ballan, che ha tentato uno dei suoi colpi di mano all’ultimo chilometro e Oscar Gatto e Luca Paolini che hanno lavorato rispettivamente per Pozzato e Freire.

Prossimo appuntamento (dopo la "Tre giorni di La Panne") con l’attesa classica "Monumento" Giro delle Fiandre in programma domenica prossima 1° aprile, con Boonen e Cancellara uomini da battere.

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Gand - Wevelgem: Boonen Centra Il Tris. Italiani Protagonisti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione