Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Gasparotto E Errani, Gioie D' Italia


15 aprile 2012 ore 22:05   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 344 persone  -  Visualizzazioni: 590

Doppia gioia per i colori azzurri nella domenica sportiva sulle strade olandesi dell’ Amstel Gold Race e sui campi spagnoli in terra rossa di Barcellona, con il trionfo dell’esperto Enrico Gasparotto in una delle più grandi e dure classiche in linea del Nord e con la vittoria dell’arrembante Sara Errani in singolare e in doppio (con Roberta Vinci) nel prestigioso torneo WTA iberico.

GASPAROTTO TRIONFA NELL’AMSTEL GOLD RACE. Con uno spunto finale degno di di un grande campione, Enrico Gasparotto, il trentenne portacolori dell’Astana, centra il più prestigioso successo della carriera lasciandosi alle spalle tutti i grandi favoriti della corsa sul prestigioso traguardo dell’Amstel Gold Race, posto sulla collina del Cauberg a Valkenburg (la cittadina che ospiterà i prossimi Mondiali).


Gasparotto, già terzo nel 2010 quando vinse il fuoriclasse belga Gilbert, ha sbaragliato la concorrenza con una grande progressione finale negli ultimi cento metri della classica olandese che lo ha portato, prima a risucchiare Philippe Gilbert (che era partito ai piedi del Cauberg, all’ultimo chilometro) e l’ex campione del mondo, lo spagnolo Oscar Freire (in fuga da solo da una decina di chilometri), poi a precedere sul traguardo in volata, rispettivamente il belga Jelle Vanendert e il giovane talento slovacco Peter Sagan. Tra i primi dieci anche un altro italiano, Rinaldo Nocentini (nono), mentre Damiano Cunego, che stava lottando per le prime posizioni, è caduto a poche centinaia di metri dal traguardo.

Era da più di due anni che Gasparotto non vinceva una corsa (una tappa della Tirreno-Adriatico) ed era da tre anni e mezzo che un corridore italiano non saliva sul più alto gradino del podio in una grande classica in linea (Damiano Cunego nel Lombardia del 2008). Si tratta del sesto successo italiano all’Amstel e l’ultimo successo azzurro nella classica olandese era datato 2008 (Cunego).

ERRANI CENTRA LA DOPPIETTA A BARCELLONA. Una implacabile Sara Errani non ha avuto rivali nel torneo WTA di Barcellona ed è riuscita nell’impresa di conquistare il successo sulla terra rossa iberica sia in singolare che in doppio (in coppia con la connazionale Roberta Vinci), con dedica speciale allo sfortunato Piermario Morosini, il giocatore del Livorno scomparso tragicamente per un malore nel corso del match di serie B, Pescara-Livorno .

Al termine di una marcia trionfale (nessun set concesso alle avversarie in cinque partite) la venticinquenne tennista nostrana si è sbarazzata in finale in poco più di un’ora della slovacca Dominika Cibulkova (numero 17 del mondo) con un doppio 6-2. Testa di serie numero 7 del torneo e numero 33 del mondo, la Errani ha dimostrato di essere in grande forma sulla terra rossa di Barcellona sin dai primi turni e ai quarti di finale ha superato agevolmente la tedesca Goerges (6-2, 6-3) e in semifinale la spagnola Suarez Navarro (6-1, 6-2). Per la campionessa italiana si tratta del secondo torneo WTA vinto nel 2012 (quarto in carriera), dopo quello di Acapulco (Messico) a marzo, sempre sulla terra rossa, senza contare i quarti di finale raggiunti agli Open d’Australia a gennaio. Con il trionfo di Barcellona la Errani balza al ventottesimo posto della classifica WTA e per la quinta volta un'italiana trionfa nel torneo spagnolo (Cecchini nel 1985 e negli ultimi quattro anni rispettivamente Vinci, Schiavone, ancora Vinci e appunto Errani).

Come era successo ad Acapulco un mese fa, la campionessa italiana è riuscita nell’impresa di aggiudicarsi anche il torneo di doppio, in coppia come sempre con l’altra azzurra Roberta Vinci e sconfiggendo nettamente nella finale tutta tricolore Francesca Schiavone e Flavia Pennetta con un perentorio 6-0, 6-2. Terzo successo stagionale per Errani-Vinci (dopo Monterrey ed Acapulco) e undicesimo sigillo in carriera per Sara in doppio (otto con la Vinci, uno con la Pennetta, con la Brianti e con la spagnola Llagostera Vives).

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Gasparotto E Errani, Gioie D' Italia
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione