Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Gp Bahrain: Sfida Mclaren - Mercedes. Ferrari In Cerca Di Riscatto. Orari E Precedenti


18 aprile 2012 ore 09:08   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 427 persone  -  Visualizzazioni: 636

McLaren e Mercedes nel ruolo di favorite, con la Red Bull del bicampione del mondo in carica Sebastian Vettel e la Ferrari dell’ex bicampione iridato Fernando Alonso in cerca di riscatto sulla pista di Sakhir, dove domenica prossima 22 aprile (14 ora italiana) andrà in scena l’ottava edizione del Gran Premio del Bahrain, quarta prova del Campionato del Mondo di Formula 1.

MERCEDES ALL’ASSALTO DELLA MCLAREN. Tornata al successo dopo addirittura 57 anni (ultimo sigillo del pluricampione argentino Juan Manuel Fangio a Monza nel 1955) con il figlio d’arte tedesco Nico Rosberg in Cina, la Mercedes si propone anche in Bahrain come la principale rivale della McLaren, attuale leader del mondiale piloti (con Lewis Hamilton davanti al compagno di squadra Jenson Button) e di quello costruttori.


Nico Rosberg al suo primo centro della carriera in Cina, dopo aver conquistato anche la prima pole position, ha smania di rifarsi del tempo perduto e cercherà sulla pista di Sakhir un clamoroso bis. Al suo fianco scalpita, a sua volta, il blasonato compagno di scuderia, il sette volte campione del mondo Michael Schumacher (vincitore in Bahrain nella prima edizione del 2004), perseguitato dalla sfortuna nelle prime tre gare e ancora in trepidante attesa del primo podio con la Mercedes, dopo più di due anni di delusioni.

A caccia della vittoria andranno anche i due portacolori britannici ed ex campioni del mondo della McLaren. Lewis Hamilton, tre volte terzo in altrettante gare, va alla ricerca del primo acuto stagionale, mentre Jenson Button (primo in Bahrain nel 2009 con la Brawn) ha già assaporato il sapore del successo in questa stagione (nella gara d’esordio in Australia) e cercherà di ripetersi a Sakhir.

LA FERRARI VUOLE FARE PASSI AVANTI. Il Gran Premio della Cina, dopo la straordinaria parentesi malese con un grande Fernando Alonso splendido vincitore sotto la pioggia, ha riportato, purtroppo, la Ferrari alla dura realtà, a lottare in mezzo al gruppo con Lotus, Sauber e Williams per le posizioni di immediato rincalzo. Il Gran Premio del Bahrain, dove Alonso ha vinto tre volte e la Ferrari quattro volte in sette edizioni, dovrebbe essere ancora in salita per la "Rossa" di Maranello e lo staff tecnico della scuderia italiana e lo stesso fuoriclasse spagnolo non si fanno illusioni, anche se sperano di fare qualche passo avanti. L’altro pilota ferrarista, il brasiliano Felipe Massa (in Bahrain ha vinto due volte), dal canto suo, sarà ancora una volta sotto esame e alla ricerca dei primi punti, dopo un inizio di stagione a dir poco deficitario.

LA RED BULL E LE ALTRE. Il bicampione del mondo in carica della Red Bull, Sebastian Vettel, è in cerca di riscatto con una monoposto fino ad ora decisamente meno competitiva rispetto a quella che gli ha permesso di dominare la scorsa stagione. Il giovane fenomeno tedesco, nonostante il secondo posto nell’esordio australiano, è apparso in difficoltà e ha raccolto meno rispetto anche al compagno di squadra, l’australiano Mark Webber (tre quarti posti), che lo scorso anno si era dovuto inchinare quasi sempre al suo strapotere.

Andranno in cerca di gloria in Bahrain le Lotus dell’ex campione del mondo finlandese Kimi Raikkonen (apparso subito a suo agio nel suo ritorno in Formula 1) e del giovane pilota francese rampante, Romain Grosjean (che fino ad ora ha raccolto in gara meno di quanto ha seminato in qualifica), le Sauber motorizzate Ferrari del giovane talento messicano Sergio Perez e dell’arrembante giapponese Kamui Kobayashi e le Williams, in costante crescita, del nipote d’arte, il brasiliano Bruno Senna e del coriaceo venezuelano Pastor Maldonado.

I PRECEDENTI: TRIS PER ALONSO. Sette edizioni disputate con record di vittorie per Alonso, primo nel 2005 e nel 2006 con la Renault e nel 2010 con la Ferrari. Massa si è imposto due volte con la Ferrari nel 2007 e nel 2008, mentre Schumacher, sempre con la Ferrari, ha vinto il Gran Premio d’esordio del 2004. Un successo anche per Button con la Brawn, nel 2009, anno in cui vinse il titolo mondiale.

Lo scorso anno il Gran Premio non venne disputato, mentre nell’ultima edizione, nel 2010, la Ferrari centrò una splendida doppietta con Alonso (primo) e Massa (secondo) davanti a Hamilton (McLaren) e all’autore della pole position Vettel (Red Bull).

DATE E ORARI ITALIANI. Le prove libere sono in programma venerdì 20 aprile alle 9 e alle 13 e sabato 14 aprile alle 10. Le Prove ufficiali andranno in scena sabato 21 aprile alle 13 (Rai Due), mentre la Gara (57 giri) si correrà domenica 22 aprile alle 14 (Rai Uno).

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Gp Bahrain: Sfida Mclaren - Mercedes. Ferrari In Cerca Di Riscatto. Orari E Precedenti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione