Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Ibra Conquista Il Diavolo


24 novembre 2010 ore 12:02   di Enrico81  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 278 persone  -  Visualizzazioni: 465

Ibracadabra, ed in appena 3 mesi Zlatan conquista il mondo Milan. La portata e l'importanza di questo giocatore, va infatti molto oltre il semplice "sgarro" fatto ai cugini interisti (vedi Vieri e Ronaldo degli ultimi tempi), e i milanisti se ne stanno rendendo conto di giorno in giorno, di goal in goal e di prodezza in prodezza.

Ma la vera magia dello svedese è nel cambio di mentalità che stravolge la visione del calcio rossonera, la mission presidenziale del "bel giuoco" è, finalmente, passata in secondo piano sacrificata sull'altare di un equilibrio rivelatosi molto più redditizio e a volte spettacolare, con buona pace del presidente Berlusconi, che vede quasi come blasfemo lo schierare tre mediani/mastini come Gattuso, Ambrosini e Flamini nel suo Milan brasiliano.


E' bastato poco ad Allegri per capire che l'immobile di Ronaldinho e il fumoso Pato, non rendevano neanche la metà dell'ex nerazzurro, vero perno di una squadra che si è affidata corpo e anima al suo nuovo condottiero; poco importa chi sia il suo compagno di reparto, il suo rendimento è un crescendo continuo e costante.

D'altronde a spiegare l'uragano Zlatan basta una statistica che inizia ad avere i contorni della leggenda: è infatti dall'anno 2003/04 che lo svedese porta le proprie squadre di club a trionfare nel proprio campionato; Ajax, Juventus, Inter e Barcellona fanno poca differenza, Ibra alla fine è sempre campione. E' vero che sono tutti top team che spesso trionfano nelle proprie leghe, ma non può essere una coincidenza.

Arrigo Sacchi lo ha definito come il giocatore più determinante insieme a Maradona che abbia mai visto, ed in fondo come dargli torto. Il calcio ha visto stelle lucenti per ogni lustro, nell'ultimo decennio si sono alternati Zidane, Kakà, Cristiano Ronaldo e Messi, ma probabilmente erano tutti splendidi solisti di orchestre ben funzionanti. Ibra è diverso, snatura ogni regola calcistica, ha la stessa prepotenza atletica e tecnica del bambino più bravo nelle partitelle da oratorio.

Proprio per questo Barcellona poco lo ha tollerato, il calcio totale degli spagnoli non può avere un accentratore di gioco come lo svedese. E' un giocatore che da solo vale almeno 20 punti a campionato e consente il salto di livello ad ogni squadra. La metamorfosi del Milan è cominciata, vedremo se a maggio sarà completata, con debiti scongiuri di tutti i milanisti.

Articolo scritto da Enrico81 - Vota questo autore su Facebook:
Enrico81, autore dell'articolo Ibra Conquista Il Diavolo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione