Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Calcio Che Non C'è


25 giugno 2010 ore 15:13   di alga  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 205 persone  -  Visualizzazioni: 349

Il giorno dopo una tempesta colossale, piccoli raggi di sole bucano solitamente le nuvole lasciando intravedere un futuro sereno. Stavolta, però, non sarà così.

La colossale disfatta della nazionale azzurra ai mondiali, ripulita delle solite recriminazioni, degli attacchi al mister e alle sue scelte o dell'invito ad utilizzare braccia e gambe nella raccolta del grano, è qualcosa che va ben al di là della semplice rabbia e della profonda delusione di quando un sogno si interrompe bruscamente senza che la nostra mente fosse preparata a ciò.


Certo, solo un'analisi superficiale avrebbe potuto convincere l'osservatore distratto sulla possibilità di un successo della nostra spedizione in terra sudafricana, ma l'umiliazione di un ultimo posto nel girone e senza lo straccio di una sola vittoria o di un solo momento di calcio giocato era ben lungi dalla mente di tutti noi. Invece le sirene squillanti di un anno fa nella Confederation Cup erano state il triste presagio di un calcio agonizzante e con un futuro ancora più incerto del presente. Sarebbe cambiato qualcosa con Cassano e Balotelli ?

Il Calcio Che Non C'è

Era forse meglio schierare Pazzini e Quagliarella in luogo di Gilardino e Pepe ? Ognuno avrà la sua panacea, ma la realtà di fondo è di un calcio in forte crisi di identità, ancora attraversato dalle nubi infinite di Calciopoli, schiavo del dio denaro (soprattutto televisivo) che sposta calendari a piacimento e, soprattutto, ammaliato dall'impresa di un Inter che di italico ha solo la residenza sociale.

C'erano altri giovani da portare nel gruppo ? Visti i Criscito, Marchisio o Montolivo verrebbe da rispondere no dato che proprio dalle loro prestazioni, dalla loro freschezza si pretendeva quel di più rispetto ad un gruppo logoro e ormai alla fine di una brillante carriera. C'era di meglio del gruppo Juve o Udinese ?

Forse si, ma non estrapolabile dalle squadre leader di un calcio ormai rivolto più a lanciare giovani stranieri che locali o affidarsi a campioni affermati che in questo mondiale difendono altre bandiere e non il nostro tricolore.

Se poi anche Abete, dopo aver osannato le imprese della banda Mourinho, si trova di fronte ad una debacle che sa di crisi totale, forse sarebbe il caso di ripensare al mondo pallonaro in un'ottica diversa, di giovani da lanciare, di investimenti da fare nell'ottica di ritrovarci tra quattro anni con una squadra meno disarmante della truppa umiliata da Paraguay, Nuova Zelanda e Slovacchia. Ma del resto, cosa pretendere da una federazione che non riesce a spuntarla su Ucraina e Polonia prima e Francia e Turchia dopo per organizzare una semplice manifestazione europea ?

Articolo scritto da alga - Vota questo autore su Facebook:
alga, autore dell'articolo Il Calcio Che Non C'è
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione